Hera e Centro Antartide: con Eugenio Riccomini in Piazza Santo Stefano per M’illumino di meno…. e d’arte



Nella giornata dedicata al risparmio energetico “M’illumino di meno” Hera e Centro Antartide propongono “M’illumino d’arte”, un invito a guardare uno dei luoghi simbolo di Bologna sotto una nuova luce.

Venerdì 12 gennaio, alle 18.30, nel suggestivo scenario di Piazza Santo Stefano si spegneranno i lampioni e lo storico dell’arte Eugenio Riccomini accompagnerà il pubblico alla scoperta del volto antico della Basilica e della Piazza, simili a come dovevano essere quando l’energia elettrica ancora non c’era. Il racconto di Riccomini avrà come cornice un’inedita Piazza Santo Stefano, illuminata per una sera unicamente da sculture di luce realizzate con materiale di recupero dal designer Danilo Traverso. Le lampade, alimentate a gas naturale, sono il frutto della reinterpretazione degli scritti dell’architetto bolognese del 1500 Sebastiano Serlio.

Giochi di luce e storia dell’arte si incontreranno, quindi,per ricordare a tutti i cittadini la bellezza e il valore di questo luogo storico, e per far riflettere sull’uso responsabile ed il risparmio dell’energia.

Come per l’acqua, anche per l’energia occorre fare un salto in avanti e passare dai consigli per il risparmio alla creazione di una cultura energetica. Che significa incentivare partire dal risparmio energetico per arrivare all’uso di energie rinnovabili: dalle lampadine a basso consumo, all’uso di pannelli solari. Hera sta facendo la sua parte sia con una campagna interna di risparmio energetico avviata già un paio di anni fa, sia con realizzazioni di tetti fotovoltaici in grandi superfici, come all’Interporto.

Nel 2009 Hera ha ulteriormente incrementato l’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili o assimilate arrivando a generare 600 GWh, che rappresentano circa il 75% del totale della produzione sul nostro territorio. L’obiettivo per i prossimi 4 anni è raggiungere il traguardo di 2 TWh di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili e assimilate con un investimento di quasi 100 milioni di euro.

L’appuntamento in Piazza Santo Stefano con M’illumino di meno, sarà anche un’occasione ulteriore per sensibilizzare la città a contribuire alla raccolta fondi per il restauro della Basilica, un gioiello unico per la nostra città e non solo.

Per Angelo Bruschi, Direttore della Struttura Operativa Hera di Bologna, “La giornata del risparmio energetico è l’occasione per porre sotto i riflettori le conseguenze del consumo indiscriminato di energia: la riduzione degli sprechi e l’attenzione alle fonti alternative sono gli obiettivi che ciascuno si deve porre. Hera se li sta ponendo e da poco ha iniziato i lavori per la costruzione di un tetto fotovoltaico di 17.000 mq.

Per Hera Il progetto M’illumino d’arte ha anche il significativo fine di raccogliere fondi fra coloro che saranno con noi in Piazza ad ascoltare Riccomini, per la ristrutturazione di un simbolo di Bologna veramente unico, che stupisce per la bellezza architettonica sia chi la conosce sia chi la vede per la prima volta. La Basilica di S.Stefano è un bene che non deve andare perduto ma che occorre portare intatto nel futuro.

Scegliere di contribuire a offrire questo evento alla città è la dimostrazione dell’interesse e della volontà di Hera di essere vicina e partecipe alle vicende del territorio in cui opera.”

L’iniziativa, organizzata da Hera e Centro Antartide, è parte della campagna “M’illumino di meno” promossa dalla trasmissione Caterpillar di Radio2.