Sassuolo: l’Assessore Cristiana Nocetti sul caso Fassbinder



“Pregherei i consiglieri di minoranza di leggere i giornali o, nel caso, di farseli leggere”. L’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Sassuolo Cristiana Nocetti risponde così alle dichiarazioni dei consiglieri del Pd sul caso Fassbinder.

“In merito alle polemiche sterili e demagogiche di alcuni consiglieri di minoranza – prosegue Cristiana Nocetti – vorrei, infatti, ribadire una cosa: sulla questione relativa al Fassbinder io mi sono già espressa chiaramente, non ho bisogno di ribadire il concetto ogni volta che se ne parla, anche perché io credo che il caso Fassbinder sia un argomento chiuso.

Sono convinta, infatti, che l’Assessorato alle Politiche Giovanili si debba occupare di tutti quei giovani che le regole le rispettano e, soprattutto, di tutti coloro che da tanto tempo sembrava non esistessero più.

Inviterei i consiglieri di minoranza – commenta Cristiana Nocetti – a ricordarsi che in quanto consiglieri comunali sono chiamati ad essere parte integrante di un’Amministrazione che si basa su leggi e regole civili chiare ed imprescindibili e che il loro dovere è contribuire a far si che queste vengano rispettate, non battersi per chi pretende di vivere fuori o al di sopra di esse.

Ripeto ancora una volta – conclude l’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Sassuolo Cristiana Nocetti – che le porte del mio ufficio sono aperte per tutti coloro che vogliono e dimostrano di avere rispetto per le regole non per chi occupa illegittimamente un immobile del Comune e, quindi, di tutta la città.

Il mio primo dovere, in quanto Amministratore pubblico, è dare il buon esempio riguardo il rispetto del principio di legalità che, come mi è stato insegnato fin da bambina, è alla base di qualsiasi cosa nella convivenza civile tra le persone”.