A Fiorano un bando per contributi straordinari



Il Sistema Integrato dei Servizi alla Persona del Comune di Fiorano Modenese, Assessorato alle Politiche Sociali, informa che è aperto il Bando per l’erogazione di contributi straordinari, compresi fra le azioni previste dal Piano Comunale Straordinario “Azioni di comunità, interventi di sistema e contributi economici specifici a favore dei residenti colpiti dalla crisi occupazionale”.

Il bando consente di accedere alla concessione di contributi straordinari in favore di cittadini che, a seguito della crisi economica/occupazionale, non sono più in grado di fare fronte autonomamente alle necessità del proprio nucleo familiare. Il contributo ha l’obiettivo specifico di alleviare la situazione economica dei nuclei familiari soggetti a perdita o riduzione del reddito a partire dal giorno 01 ottobre 2008. Il contributo è straordinario e viene erogato in modo continuativo per 6 mesi, eventualmente prorogabili per altri 4 mesi, al fine di sostenere i nuclei familiari destinatari dell’intervento in attesa che questi recuperino la misura della propria capacità reddituale attraverso una ripresa parziale o assoluta del lavoro.

Per i cittadini che saranno ammessi a beneficiare del contributo economico, qualora le condizioni dichiarate all’atto di presentazione della domanda, permangano inalterate anche allo scadere del sesto mese, l’Amministrazione Comunale potrà concedere, fatto salvo la sola condizione di copertura di bilancio, una proroga del beneficio per ulteriori 4 mesi, alle stesse condizioni economiche del periodo precedente, previa verifica di dette condizioni da parte della Commissione appositamente incaricata.

Possono presentare la domanda i cittadini residenti nel Comune di Fiorano Modenese da almeno due anni, che hanno perso l’occupazione e/o sono interessati da procedure di sospensione del rapporto di lavoro, per circostanze esclusivamente riconducibili all’attuale congiuntura economica. A tal fine dovranno essere dichiarate l’attuale situazione occupazionale, la posizione previdenziale, il godimento di ammortizzatori sociali e loro termini. Possono partecipare tutti coloro che vantavano: un rapporto di dipendenza a qualunque titolo, un contratto parasubordinato o atipico, così come i lavoratori artigiani e più in generale i lavoratori autonomi (che dimostrino la cessazione dell’attività a partire dal 01/10/2008)

Per ogni nucleo familiare, nel caso di nuclei familiari in cui più componenti siano nelle condizioni di candidarsi come beneficiari del provvedimento potrà essere accolta un’unica domanda di contributo. Saranno esclusi dal contributo i richiedenti che risultino titolari di diritti reali su beni immobili o nel cui nucleo familiare sia presente anche un solo soggetto titolare di diritti reali su beni immobili, escluso l’abitazione di residenza o in possesso di patrimoni mobiliari (depositi o investimenti o qualunque altro provento economico/finanziario) superiori a € 3.000 er nucleo.

Saranno esclusi altresì i lavoratori licenziati per giusta causa.

Per accedere al contributo occorre anche avere un valore ISEE attualizzato all’anno 2009 del nucleo familiare (Indicatore Situazione Economica Equivalente) non superiore a € 16.000.

Le domande potranno essere presentate fino al 17 marzo; entro quella data ed entro le ore 12, debbono essere acquisite all’Ufficio Protocollo del Comune. Partecipano alla nuova graduatoria le domande presentate entro la prima scadenza, senza bisogno di ulteriori azioni da parte dei richiedenti, E’ fatta salva la possibilità per i richiedenti che hanno presentato la domanda entro il giorno 16 Gennaio 2010, di integrare o modificare la propria domanda con gli elementi che, intervenuti nel frattempo, possono determinare una differente attribuzione di punteggio.

Sulla base dei punteggi complessivi assegnati, si determinerà l’importo del contributo che prevede tre possibili articolazioni: fascia A) 350 Euro mensili; fascia B) 400Euro mensili; fascia C) 450 Euro mensili

La domanda per l’ammissione all’erogazione del contributo deve essere compilata unicamente sui moduli predisposti e disponibili presso lo Sportello Sociale del Comune di Fiorano (Villa Pace), presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Sede Municipale) e presso la sede distaccata dell’Ufficio Anagrafe di Spezzano e deve essere consegnata presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Fiorano Modenese presso la Sede Municipale.

Le domande presentate tramite il servizio postale saranno accolte esclusivamente se pervenute all’Ufficio Protocollo nei tempi previsti seguendo quanto previsto per la consegna a mano.

L’Amministrazione Comunale effettuerà i dovuti controlli, anche a campione, circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini della partecipazione al presente bando, anche d’intesa con l’Agenzia delle Entrate e con la Guardia di Finanza.

Gli iscritti al “Registro dei volontari individuali del servizio civico di comunità” recentemente costituito ricevono un punteggio aggiuntivo per accedere ai contributi straordinari. Il registro ha infatti la finalità di promuovere i valori della responsabilità, della partecipazione, della consapevolezza di appartenere a una comunità che si salda e si sviluppa anche attraverso azioni di reciproco aiuto; sostenere la valorizzazione delle risorse personali offrendo concrete e adeguate opportunità; rispondere, in particolari momenti di fragilità sociale, al bisogno e al diritto di dignità di ognuno prevenendo l’insorgere di sentimenti di fallimento personale e di atteggiamenti di autoesclusione e di emarginazione. L’attività di volontariato civico riguarda la custodia, vigilanza e piccole manutenzioni di strutture pubbliche; il censimento aree verdi urbane; la salvaguardia ed eventuale ripristino del verde pubblico; l’attività di assistenza a persone disabili e/o anziane (per attività di compagnia, accompagnamento, preparazione pasti, riordino dell’abitazione, ritiro ricette mediche e acquisto medicinali, ritiro documenti, effettuazioni di piccole riparazioni domestiche ecc.); le attività dirette al miglioramento dell’efficacia dei servizi gestiti dal Comune; il supporto a manifestazioni culturali, sportive promosse dall’Amministrazione Comunale; il supporto alle attività delle Associazioni di Volontariato del territorio comunale ma anche di quelle, che pur con sede in altro territorio, sviluppino attività almeno parziale nel territorio comunale di Fiorano Modenese; la vigilanza e custodia davanti alle scuole.