Formigine: il Consiglio comunale dell’11 Febbraio



Mozioni e ordini del giorno condivise dalle forze di maggioranza e di opposizione, sono state al centro dei lavori del Consiglio comunale di Formigine nella seduta di giovedì 11 febbraio.

Il Consiglio ha votato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dal consigliere Giorgio Bonini dal titolo “1861-2011 Anniversario del 150° dell’Unità d’Italia”, con il quale si impegna con il Sindaco e la Giunta ad approfondire il contesto storico dell’Unità d’Italia e le conseguenze sul Comune di Formigine, valorizzando le risorse presenti di storia locale. Sarà inoltre convocato nel 2011 un Consiglio comunale specifico e sarà costituito un comitato formiginese per le celebrazioni. Infine, per tutto il 2011 sarà esposto nelle sedi istituzionali il logo ufficiale del 150° anniversario.

A seguire, il Presidente del Consiglio comunale Guido Gilli ha presentato una mozione a sostegno del ricorso dello Stato Italiano alla sentenza della Corte di Giustizia Europea relativa alla richiesta di rimozione dei crocifissi dalle aule scolastiche, accolta all’unanimità da tutto il civico consesso. Gilli ha sottolineato che il Crocifisso è, al di là del suo significato religioso, simbolo della nostra identità storica e culturale e di quei valori di solidarietà e rispetto del prossimo, condivisi e trasfusi nei principi di libertà, tolleranza e uguaglianza sui quali si fonda lo Stato laico. Pertanto l’esposizione di tale simbolo non lede, né viene percepito come lesivo, del legittimo diritto della libertà religiosa né dei principi sopra richiamati.

E’ stato poi discusso l’ordine del giorno sempre del consigliere Giorgio Bonini ad oggetto “Legalità e convivenza civile” che impegna il Consiglio a verificare quanti immigrati residenti regolarmente nel territorio comunale sono nella condizione di rinnovo del permesso di soggiorno e tra questi, quanti, a causa della crisi economica che colpisce il distretto, corrono il rischio di ricadere nella illegalità e quindi penalmente perseguibili (in particolare le assistenti e collaboratrici familiari e i lavoratori stranieri impiegati nell’agricoltura). Saranno inoltre informati sia la popolazione formiginese sia i cittadini immigrati e i loro datori di lavoro, sui loro diritti in particolare nelle more del rinnovo del permesso di soggiorno per favorire così una reale integrazione ed evitare discriminazioni.

L’ordine del giorno ha ricevuto il voto favorevole della maggioranza e del consigliere Orsini, contrario della minoranza e 1 astensione (il consigliere Pisani).

Inoltre è stata votata all’unanimità la mozione presentata dal consigliere Francesco Gelmuzzi su legalità e infiltrazioni mafiose. Occorre perseguire uno sforzo di prevenzione attraverso un’analisi continua di fenomeni che, solo apparentemente non correlati tra loro, emergono periodicamente dal territorio. Per difendere la nostra città si chiede di mantenere viva e promuovere una cultura della legalità stando a fianco di chi crede che onestà e regole siano valori sempre.

Infine, è stata approvata la convenzione che regolamenta i rapporti tra la Provincia e i comuni di Modena, Formigine, Maranello e Castelnuovo Rangone, per la manutenzione della pista ciclo-pedonale lungo il torrente Tiepido ormai in fase di ultimazione.