Boretto: apre la stagione 2010 della Galleria N.Cacciani con una collettiva di scultura



La Galleria “Napoleone Cacciani” apre la stagione 2010 sabato 20 febbraio con una mostra dedicata alla scultura: “Le vie della forma. Tre scultori fra tradizione e contemporaneità. Azeglio Bertoni, Ivan Cantoni, Michele Sassi”. Accomunati da un’indubbia padronanza della tecnica, questi artisti interpretano la figurazione con sensibilità e scelte formali molto diverse.

Allievo di Giacomo Manzù, Bertoni conserva profondi legami con quella linea della scultura italiana che, alle soglie del Novecento, rinuncia tanto ai volumi pieni e tesi del classicismo, quanto alla pretesa verità del naturalismo, a favore di immagini modellate rapidamente, con superfici increspate e vibranti che esprimono con immediatezza l’emozione prodotta nell’artista da personaggi e situazioni della quotidianità.

Il modellato di Ivan Cantoni si radica nell’Ottocento francese di Carpeaux e Dalou, ma si applica a soggetti di vita contemporanea in cui figure di giovani vengono colte in brevi momenti di sospensione del flusso esistenziale: attese, esitazioni, riposo, rêverie , …

Michele Sassi mette in scena un’umanità dai corpi tesi e dai nervi scoperti, in lotta continua per affermare contro forze impersonali che tendono a schiacciarla o a trascinarla in gorghi di passione distruttiva.

La mostra sarà presentata sabato 20 febbraio alle 17.00 da Emanuele Filini. e sarà visitabile fino al 7 marzo 2010. Sarà aperta il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, il giovedì dalle 10.00 alle 12.00.