Aimi (PDL) sulla classifica Monitor Città: “Sindaco e Giunta nuovamente dietro la lavagna”

“Puntuale è arrivata una nuova classifica che, senza tema di smentita, boccia nuovamente l’operato del Sindaco di Modena Giorgio Pighi. Il dato pubblicato da Fullresearch, e non da una congrega di pericolosissimi carbonari pidiellini, è infatti incontrovertibile: il primo cittadino di Modena, sui 110 capoluoghi di provincia presi in esame, è precipitato in picchiata ben oltre i limiti della sufficienza. Di più: è andato talmente bene, da non comparire nemmeno. Puf, sparito. Ed è così che dalla nuova sede del partitone qualcuno pare sia già pronto a lanciare un disperato appello a Monica Sciarelli per la prossima puntata di “Chi l’ha visto?””. Lo afferma in una nota il Vicepresidente provinciale del PDL Enrico Aimi intervenuto a commento dei risultati emersi dalla ricerca Monitor Città, resa pubblica quest’oggi, dalla quale “emerge, con sconfortante evidenza, la solenne bocciatura della nostra città anche per quanto attiene il gradimento dei servizi: Modena – ha osservato il Consigliere Regionale dei berlusconiani – è in caduta libera, con ben otto posizioni perse nel volger di dodici mesi: roba da paracadutismo politico senza fune di vincolo e senza leva d’emergenza. Con una differenza sostanziale e sulla quale, ahinoi, c’è poco da ironizzare: qui a rischiare di schiantarsi al suolo – o peggio, nel baratro – è una città intera. I numeri pubblicati – ha rincarato Aimi – parlano impietosamente da soli e rispediscono ancora una volta la nostra Giunta, dritta dritta e di gran carriera, dietro la lavagna. Un luogo, quest’ultimo, ormai residenza stabile per i nostri amministratori considerate le bocciature collezionate, con perfetta coerenza e continuità, nelle più recenti (e non solo) rilevazioni. Certo – ha poi precisato – ciò non ci sorprende più di tanto: l’inerzia dimostrata su temi di strettissima attualità – in primis la sicurezza – ma anche la scuola e il sostegno all’economia locale, sta dando tutti i suoi frutti. Che purtroppo, per i cittadini modenesi, si stanno rivelando particolarmente amari. Il tutto mentre la sinistra continua a rotolare sopra alle proprie bizzarre contraddizioni. Chiaramente già ci immaginiamo la puntuale ridiscesa in campo degli “addetti all’ufficio smentite”, pronti a raccontarci che abbiamo preso un abbaglio. Potrebbe anche essere vero, ma per quel che sentiamo in giro le cose non vanno proprio bene. Magari sara’ solo un’allucinazione collettiva”.