Esposito (IDV): campagna Referendaria a Carpi

Il 19 marzo è partita, con la manifestazione di Piazza Navona, la campagna sul territorio dell’Italia dei Valori per pubblicizzare i referendum sul nucleare, legittimo impedimento e acqua pubblica. Nei mesi scorsi l’Italia dei Valori, in tutte le piazze italiane, si è prodigata per raccogliere il milione di firme necessarie per poter permettere ai cittadini di esprimersi su queste materie (il “movimento per l’acqua pubblica” ha ottenuto quelle contro la privatizzazione dell’acqua); la raccolta delle firme ci ha visti soli, senza il supporto di nessuna delle forze che compongono, oggi, l’opposizione italiana; nonostante ciò siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo, superandolo ampiamente.

La mattina del 19 anche a Carpi è partita la campagna referendaria con il primo di una lunga serie di banchetti che ci impegnerà fino al giorno dei referendum. Data la poca visibilità a livello nazionale che ci sarà concessa dai mezzi di comunicazione tradizionali (tv e giornali) dobbiamo impegnarci sul territorio per informare ed arrivare al maggior numero di persone possibili. Per fare ciò mi appello a tutte le forze politiche che condividono questi referendum a sopperire alla loro (grave) mancanza nel momento della raccolta firme, aiutandoci con i banchetti e con tutti i mezzi comunicativi a loro disposizione. Da parte nostra continueremo con le iniziative a sostegno della sensibilizzazione su questi temi (e supporteremo tutti coloro che ne vorranno organizzare qualcuna): un esempio di tale nostro impegno è l’evento sul nucleare che ci ha visti protagonisti assieme a SEL, martedì 15 marzo, che ha riscosso un grandissimo successo. Per qualsiasi informazione ulteriore troverete un banchetto idv ogni sabato in piazza martiri all’altezza del civico 22.

(Fabio Esposito, coordinatore comunale IDV)