Castello Montecuccolo (Modena), Leoni (PDL): “Fare luce sull’appalto della foresteria”

Dopo avere chiesto spiegazioni alla Giunta regionale sulle cause e sulle responsabilità del crollo di parte del muro perimetrale del castello di Montecuccolo a Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena, il Consigliere regionale del Popolo della Libertà, Andrea Leoni, ha rivolto una nuova interrogazione alla Regione Emilia Romagna per chiedere chiarimenti sull’appalto da più di 60 mila euro per la gestione dei servizi di accoglienza e della foresteria del castello.

“Da chiarire – afferma Andrea Leoni – ci sono sia aspetti di merito e di metodo: sul metodo, è curioso il fatto che dopo l’affidamento dell’appalto, il Comune ha cambiato parti del bando per la fornitura degli arredi, riaprendo la gara e posticipando i termini di scadenza per la presentazione delle domande. Sul merito c’è il fatto che il capitolato del bando sugli arredi interni presupporrebbero la creazione di attività e di un punto di ristoro che si integrerebbe più in una moderna stazione dei treni che con un contesto storico culturale ed architettonico come quello rappresentato dal castello.

Dopo la discutibile collocazione della mostra permanente di arte contemporanea nella sala di rappresentanza del castello, il Comune intende arredare la foresteria come un locale moderno? Purtroppo la modifica del bando e l’allungamento dei tempi per la gara rischia di incidere sui tempi di apertura non solo della foresteria ma dell’intero castello. Alle porte della nuova stagione turistica, il castello è ancora chiuso e non si sa quando riaprirà.

La rocca di Montecuccolo, casa natale del generale Raimondo Montecuccoli, se adeguatamente valorizzata, rappresenta una straordinaria opportunità, anche in termini di turismo, per tutta la montagna e la provincia modenese. Noi vorremmo vederla sempre aperta, non sempre chiusa, come fino ad ora è successo”.