Maranello: “Nobel per la pace alle donne africane”

Il consiglio comunale di Maranello sostiene la proposta di assegnare il Nobel per la Pace alle donne africane. Con un ordine del giorno proposto dai gruppi PD e IDV e votato all’unanimità, nella seduta del 22 marzo il consiglio comunale ha aderito alla proposta lanciata da un coordinamento di associazioni di solidarietà internazionale per “riconoscere e valorizzare il ruolo delle donne in Africa e dare loro il Premio Nobel per la Pace 2011”. “La proposta”, si legge nel documento approvato, “nasce a partire dalla constatazione del ruolo crescente che le donne africane hanno acquisito nella vita quotidiana dell’Africa. Le donne sono protagoniste e trainanti sia nei settori della vita quotidiana che nell’attività politica e sociale. Sono le donne in Africa che reggono l’economia familiare nello svolgimento di quell’attività, soprattutto di economia informale, che permette ogni giorno, anche in situazioni di emergenza, il riprodursi del miracolo della sopravvivenza. Le donne africane sono capaci nell’organizzazione della gestione dell’economia, stanno svolgendo un ruolo sempre crescente nella difesa della salute, e riescono a organizzarsi per lottare per la pace e a mantenere la vita anche nelle situazioni più tragiche. L’Africa oggi può sperare nel proprio futuro soprattutto a partire dalle donne comuni, quelle che vivono nei villaggi o nelle grandi città, in situazioni spesso di emergenza”.

Oltre a sostenere la campagna internazionale per l’attribuzione del Nobel alle donne africane, il documento approvato dal consiglio chiede che l’amministrazione comunale, “attraverso le attività di cooperazione internazionale, abbia come obiettivo la valorizzazione del ruolo e della posizione della donna nei progetti di co-sviluppo, e un sostegno alla proposta ed alle iniziative sul territorio per raccogliere firme all’appello: convegni, iniziative di movimento, incontri organizzati con donne africane o gruppi associative locali”.