Modena, i giovani imprenditori Ascom: ‘Noi siamo con Galassi e la sua squadra’

«In Galassi abbiamo trovato un partner molto attivo, che ci ha ascoltato prestando molta attenzione alle nostre istanze: non è un caso se il Gruppo Giovani Imprenditori è nato 2 anni fa grazie a lui. E questa secondo noi è la strada da percorrere, perché siamo e dobbiamo restare un’associazione di servizio».

Sono parole di gratitudine quelle che un gruppo di giovani associati Confcommercio rivolge al presidente provinciale uscente Carlo Galassi; e allo stesso tempo promesse di impegno e collaborazione, in caso di riconferma, per continuare il lavoro iniziato.

«All’assemblea elettiva del 31 marzo a Vignola lo sosterremo perché crediamo che la sua rielezione garantirà una prospettiva di crescita al ruolo dei giovani imprenditori nell’Associazione» dicono, coloro che si dichiarano con Galassi e con la squadra da lui presentata.

Si tratta di giovani imprenditori attivi in settori diversi: i due vice-presidenti del Gruppo Giovani Imprenditori, Tommaso Leone, che con la moglie lavora nel franchising di negozi d’abbigliamento; e Davide Govi, agente di commercio di Carpi (e anche vice-presidente provinciale della F.N.A.A.R.C., la federazione di categoria); Sara Lipparini, commerciante di Pavullo la cui famiglia ha negozi dal 1904; Ivano Gorzanelli, commerciante su aree pubbliche, di Savignano; Davide Manni, commerciante di Vignola; Enrico Romani, ristoratore di Pavullo.

In un documento, tutti hanno sottolineato l’importanza di sostenere Galassi per l’attenzione da lui data, in questo mandato, alle istanze dei soci giovani, con risposte concrete come organizzare corsi di formazione. E su tante altre questioni vogliono dire la loro: la difficoltà di fare l’imprenditore da giovani, le mancanze formative su vari fronti, i rapporti con la burocrazia, con gli istituti di credito e la pubblica amministrazione.

«Noi riteniamo che la nostra generazione debba assumere un ruolo sempre più attivo negli organismi e il lavoro fin qui svolto dal presidente uscente, e il suo programma per il nuovo mandato, vanno nella direzione della nostra idea di impegno per gli associato» .