Facilitazioni per il cittadino, Fabio Filippi: nasce la figura del mediatore civile

In Italia ed in particolare nella nostra regione si parla strumentalmente sempre e solo delle cosiddette leggi ad personam, in realtà, in ambito giuridico, il ministero è particolarmente attivo. Con la legge n. 69 del 18 giugno 2009 e successivi decreti applicativi, sono state introdotte nuove procedure di conciliazione a favore dei cittadini. Gli italiani hanno uno strumento in più per risolvere le controversie civili, evitando così i tribunali. La figura del mediatore o conciliatore civile è una novità recentemente introdotta dal ministero della Giustizia del Governo Berlusconi. L’obiettivo è quello di rendere più rapida e meno costosa la complessa macchina della giustizia.

D’ora in poi i cittadini non saranno più obbligati a rivolgersi alle figure giuridiche tradizionali per risolvere le loro controversie civili, in questo modo si riducono i costi e si alleggerisce la macchina della Giustizia. In caso di controversia i cittadini potranno accedere alla mediazione rivolgendosi ad appositi organismi i quali designeranno un mediatore che avrà il compito e il ruolo di facilitare le parti a conciliarsi, entro quattro mesi, senza procedere per via legale.

Per alcuni diritti, quali diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento danni per incidenti stradali, contratti assicurativi, bancari e finanziari i cittadini accederanno alla mediazione prima di procedere a qualsiasi azione legale. I Giudici verificheranno se sia stata tentata o meno la mediazione, in caso negativo le parti saranno obbligate ad esercitare la procedura della mediazione.

Il Ministro della Giustizia Angelino Alfano ha voluto garantire ai cittadini una tutela in più. Inoltre, la nuova figura del mediatore rappresenta una nuova opportunità di lavoro per i nostri giovani.

Le leggi emanate si allineano alle legislazioni di altri paesi europei che già da tempo applicano questi criteri per redimere le controversie in ambito civile e commerciale.

(Fabio Filippi)