Domani al via “Modena Terra di Motori” con la Notte dei Motori e il Compleanno della via Emilia


Modena_Terra_Motori_02Ancora una volta Modena, la capitale dei motori, si trasforma in un’enorme passerella sulla quale sfila un secolo di cultura automobilistica. E’ la quattordicesima edizione di “Modena Terra di Motori”, la più grande manifestazione italiana “en plein air” dedicata alla passione per i motori. Per l’occasione, il weekend dell’8 e 9 giugno Modena, la città universalmente riconosciuta come la capitale della passione motoristica, cambierà volto. Sarà la sua grande vocazione per i motori a farla da padrone e così strade e piazze del centro saranno le passerelle per le gran turismo da sogno del passato, presente e futuro. Sabato 8 giugno la città sarà animata fino a notte fonda con “La notte dei motori”, mentre domenica 9 giugno si ripropone il Memorial Circuito Automobilistico di Modena, con gare di regolarità premiate dal Trofeo Banca Popolare dell’Emilia Romagna, su parte del percorso che fu il circuito storico cittadino di Modena. E ancora una mostra originale: al Museo Casa Enzo Ferrari sono esposte “Le moto nel cinema di Fellini”.

“Modena Terra di Motori” 2013 è promossa dalla Camera di Commercio, dal Comune di Modena e da APT Regione Emilia Romagna, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Per tutto il fine settimana, dalle 10.00 del mattino fino a tarda notte, il centro storico si trasforma in un vero e proprio museo a cielo aperto, animato da eventi speciali e impreziosito dalle esposizioni di auto di ieri e di oggi: dalle Rosse di Maranello alle Maserati, dalle Pagani alle Lamborghini.

Non mancano esposizioni, raduni di auto e moto storiche, il tradizionale annullo filatelico e tante altre iniziative che da sempre ravvivano il centro di Modena in occasione della manifestazione. Ad esempio giunge alla diciassettesima edizione l’iniziativa “In viaggio con papà”, a cura dell’Automobile Club di Modena: distribuzione di depliant, incontri, un’esposizione dei disegni – riguardanti la sicurezza stradale – realizzati dagli studenti delle scuole medie modenesi. Una gradevole e simpatica occasione per avvicinare i più giovani alle regole di una guida sicura e consapevole. Inoltre, ancora una volta, sarà messo a disposizione del pubblico il Simulatore Auto Aciready2go.

Al piano terra del Palazzo Comunale, a fianco dello scalone, apre al pubblico la mostra filatelica e di memorabilia “Un album a motore”, curata dal Circolo filatelico Tassoni: grazie alla passione e all’impegno degli espositori provenienti da varie località italiane si possono ammirare importanti collezioni.

Sabato 8 giugno, sempre in Piazza Grande dalle ore 15.00 alle 20.00, è poi previsto il tradizionale annullo postale. Per chi vuole lustrarsi gli occhi e sognare di sedersi al volante delle gran turismo più belle del mondo, può ammirare modelli esclusivi di Maserati in piazza Mazzini, di Pagani in Piazza Torre e le Lamborghini in Largo San Giorgio, che celebrano i primi 50 anni della loro storia. Immancabili poi domenica 9 giugno in Piazza Grande le Ferrari storiche e contemporanee, radunate dalla Scuderia Ferrari Club Modena “Enzo Ferrari” e dalla Scuderia Ferrari Club “Modena Motori” in Piazza Torre. E ancora: Piazza Matteotti è di nuovo la Piazza dei Sapori, allestita già da venerdì 7 con una mostra mercato di gastronomia e di prodotti tipici delle regioni italiane.

Piazza XX Settembre diventa la Piazza dei nostri ricordi, con atmosfere, musica e allestimenti a cura di “Club Motori di Modena”. “I Piccoli Bolidi”, vetture che risalgono agli anni ’80 fanno bella mostra di sé accanto a piccole utilitarie – dalla Cinquecento abarth alla Uno turbo – che hanno avuto una storia in ambito sportivo. E ancora: in via Farini ha luogo un’esposizione di motociclette a cura de “Gli amici delle moto d’epoca” di Nonantola, in Largo Porta Bologna sono esposte auto d’epoca a cura di “Historic Motor Club” di Soliera, mentre il “Duo Italiano” intrattiene con musica in Via Berengario (angolo Via del Voltone).

Modena Terra di Motori ospita poi una mostra unica nel suo genere, che ha inaugurato il 18 maggio, in collaborazione con il Museo Casa Enzo Ferrari: il 2013 è il xx° della scomparsa di Federico Fellini, si è quindi scelto di dedicare al grande regista una sede di prestigio con una rassegna di moto utilizzate nei suoi capolavori. Dal motocarro di Zampanò alla Vespa della “Dolce vita”, dalla Harley Davidson di “Amarcord” alla Ducati Indiana 650 de “La voce della luna”.

E ancora nel pomeriggio di sabato Piazza Grande accoglie l’arrivo di oltre 70 equipaggi della “Modena 100 ore classic”, organizzata dalla Scuderia Tricolore di Reggio Emilia.

E poi il grande appuntamento “notturno” con “La notte dei Motori”, che sarà animata dalle performance straordinarie degli artisti del Ferrara Buskers Festival, la più grande manifestazione al mondo dedicata all’arte di strada. Gruppi spettacolo itineranti si esibiranno nelle principali strade e piazze del Centro Storico, attirando l’attenzione di grandi e piccini. I Ristoranti e i Bar del centro storico parteciperanno attivamente a “La Notte dei Motori” con proposte a tema. Tanti i negozi che rimarranno aperti per tutta la durata dell’evento e che cureranno personalmente allestimenti e iniziative compresi i concerti di piccole band. Dalle ore 20.00 l’animazione del Centro Storico si prolungherà fino a tarda notte.

Mentre alle ore 21, in apertura de “La notte dei motori”, nel centro storico di Modena si svolge una grande parata di auto e moto costruite lungo la via Emilia.

Domenica 9 giugno poi, nel corso di tutta la giornata, i viali del parco della città – che un tempo ospitavano il circuito cittadino di Modena – rivivono le emozioni e i fasti degli anni d’oro dell’automobilismo. Ha infatti luogo il Memorial Circuito Automobilistico di Modena, Trofeo Banca Popolare dell’Emilia Romagna – realizzato in collaborazione con il Circolo della Biella e Modena Historica – che prevede gare di regolarità, e che l’anno scorso non si è potuto svolgere a causa del sisma. Prestigiosi modelli di auto storiche invitate, sfrecceranno facendo sentire agli appassionati la musica dei loro motori. Dalle ore 18.00 è previsto un grande Show all’Autodromo di Modena.

Una lunga serata di arte, musica, parole, teatro e danza, ma anche di motori e sapori: questo e tanto altro sabato 8 giugno grazie all’iniziativa “La notte dei motori”, organizzata nell’ambito della quattordicesima edizione di “Modena Terra di Motori”.

Il pubblico potrà godere delle atmosfere della manifestazione e visitare fino a tardi le Piazze allestite per l’occasione. La città sarà animata dalle performance straordinarie degli artisti del Ferrara Buskers Festival, la più grande manifestazione al mondo dedicata all’arte di strada. Gruppi spettacolo itineranti si esibiranno nelle principali strade e piazze del Centro Storico, attirando l’attenzione di grandi e piccini. I ristoranti e i bar del centro storico parteciperanno attivamente a “La Notte dei Motori” con proposte a tema. Tanti i negozi che rimarranno aperti per tutta la durata dell’evento e che cureranno personalmente allestimenti e iniziative compresi i concerti di piccole band.

Nel 187 a.c. Emilio Lepido porta a termine la strada che poi prende il nome di Via Emilia. Una grande opera che ha permesso di favorire la mobilità di persone e merci; su questa arteria sono nate centinaia di aziende meccaniche che poi hanno fatto la storia anche dell’automobilismo gran turismo, la Motor Valley.

Sabato 8 maggio, alle ore 21, in apertura de “La notte dei motori” nel centro storico di Modena si svolge una grande parata di auto e moto costruite lungo la via Emilia.

Ogni auto sarà pilotata dal costruttore o da un discendente. Si parte con carabinieri e polizia municipale dal Parco Novi Sad, per poi proseguire in Largo S. Agostino e poi lungo tutta la Via Emilia Centro tra due ali di folla, con deviazione in Corso Canalgrande, Piazza Roma, e poi verso il Museo Casa Enzo Ferrari. A seguire è previsto uno buffet presso il locale di Pit Line, mentre le auto potranno essere parcheggiate in area protetta e vigilata.

Ma già a partire dalle ore 20.00 artisti di strada e parate animeranno le vie e le piazze del centro storico. Tra gli altri si esibiranno la Bada Bim Bum Band che, coi suoi numerosi elementi, fiati e percussioni, sfilerà in originali coreografie al ritmo di jazz, dixie e funk. E ancora la piccola orchestra di “zingari” Bandaradan, dai “ritmi zoppi, giocolieri di pentagrammi, funamboli della nota puntata, corteggiatori dell’apparato uditivo”, con le loro musiche balcaniche, klezmer e circensi. E poi il Teatro scalzo con gli originali Chichì e Cocò e i soprendenti Invasati. I primi sono galline coloratissime che si aggirano in mezzo al pubblico, frizzanti e indomabili, irriverenti e giocose per creare situazioni comiche e grottesche capaci di scatenare la più travolgente ilarità. I secondi sono piante ornamentali davvero deliziose… Se non fosse che amano scherzare, terrorizzare, giocare con i passanti, tendendo vere e proprie trappole, agguati e sorprese che faranno ridere a crepapelle anche i più seriosi e compassati.

E poi la comicità semplice, fresca e fulminante del Slapstick duo, con lo spettacolo Olga, e la Roaring Emily Band: un settetto dal sound jazz tradizionale, ispirato a quello di New Orleans.

Si potrà quindi percorrere il centro storico con i negozi aperti e partecipare alle animazioni nelle strade e negli angoli più suggestivi della città, oltre che ammirare modelli esclusivi di Maserati in piazza Mazzini, di Pagani in Piazza Torre e di Lamborghini in Largo San Giorgio.

E ancora sarà possibile lustrarsi gli occhi fino a tardi con l’esposizione di motociclette d’epoca in via Farini, esposte a cura de “Gli amici delle moto d’epoca” di Nonantola.

In Piazza XX Settembre saranno esposte a cura del Club Motori di Modena i “Piccoli Bolidi”, le auto sportive di piccola cilindrata dei nostri ricordi, mentre in Largo Porta Bologna troveremo le auto d’epoca a cura di “Historic Motor Club” di Soliera. In Piazza Matteotti troverà poi spazio la parte enogastronomica proveniente da tutta Italia con l’ormai celebre Piazza dei Sapori.

“MODENA TERRA DI MOTORI” FESTEGGIA IL COMPLEANNO DELLA VIA EMILIA CON UNA GRANDE PARATA

Sabato 8 giugno, a partire dalle ore 21.00, per ricordare i 2200 anni di storia di un’arteria che ha favorito la mobilità di persone e merci e su cui sono nate centinaia di aziende meccaniche che hanno fatto la storia dell’automobilismo gran turismo, nel centro storico di Modena si svolge una grande parata di auto e moto costruite lungo la via Emilia

Nel 187 a.c. Emilio Lepido porta a termine la strada che poi prende il nome di via Emilia: per festeggiare i suoi 2200 anni di storia “Modena Terra di Motori” organizza una grande parata di auto e moto costruite lungo questa importante arteria.

Questa grande opera ha permesso di favorire la mobilità di persone e merci e, dal secolo scorso, ha visto nascere centinaia di aziende meccaniche che hanno fatto la ricchezza del nostro territorio – riconosciuto come la Motor Valley d’Europa – e anche la storia dell’automobilismo gran turismo. “Modena Terra di Motori” vuole ricordare questo importante anniversario con una parata di eccellenze motoristiche a quattro e due ruote.

Sabato 8 maggio, alle ore 21, in apertura de “La notte dei motori” nel centro storico di Modena un corteo di auto e di moto guidate da – guidate dal costruttore o da suoi discendenti o personaggi famosi nel campo motoristico.– sfilerà tra due ali di folla.

La parata sarà preceduta da un Fiat furgoncino scoperto, con a bordo la

Roaring Emily Band che accompagnerà la sfilata che è scortata dalla Polizia Municipale, dai Carabinieri e dalla Polizia Stradale.

A seguire diverse auto storiche italiane saranno a disposizione degli operatori televisivi e i fotografi che seguiranno il corteo. Questo sarà composto da auto Stanguellini, Ferrari, Maserati, Lamborghini, De Tomaso, Pagani, Bugatti, alcune moto costruite in Emilia Romagna – pilotate, tra gli altri, da Luca Cadalora e Claudio Lusuardi – e da una decina di auto del Circolo della Biella.

Un primo appuntamento è già alle ore 20.00, quando il Sindaco di Modena Giorgio Pighi consegnerà un Riconoscimento “Modena Terra di Motori” – “Modena Motor Valley” a nome della città e della Camera di Commercio a chi – con la propria attività e passione – ha saputo promuovere e valorizzare il patrimonio motoristico di Modena e della Motor Valley dell’Emilia Romagna.

La consegna dei riconoscimenti è prevista davanti al Foro Boario angolo via Berengario.

Per l’anno 2013 il conferimento andrà ad Adolfo Orsi, Fabio Lamborghini, Horacio Pagani, Santiago De Tomaso, ad un esponenete della Ferrari, a Francesco Stanguellini e a Renzo Raimondi Presidente del circolo della Biella.

Adolfo Orsi sarà alla guida di una Maserati 4 porte del 1965 appartenuta a Marcello Mastroianni, Fabio Lamborghini su una Lamborghini Spada del 1969 Ex Spada di Virna Lisi, Horacio Pagani alla guida di una Zonda S, Santiago De Tomaso condurrà una De Tomaso della propria collezione privata, Gianni Sighinolfi è il pilota di una Bugatti EB 110 Supersport e infine il giovane pilota Sergio Campana che tanto bene sta facendo nel campionato auto GP World Series sarà il driver della Stanguellini Barchetta.

Dietro di loro due campioni delle due ruote come Claudio Lusuardi e Luca Cadalora e poi tanti centauri Ducati e gli amici delle moto di Nonantola

Alle ore 21 parte la parata vera e propria.

Percorsa la Via Emilia Centro si svolta in Corso Canalgrande, si attraversa Piazza Roma, si percorre via 3 Febbraio, viale Vittorio Emanuele, si costeggia il Tempio e ci si reca al traguardo in via Paolo Ferrari, ingresso Museo Casa Enzo Ferrari. A seguire è previsto un buffet presso il locale di Pit Line.

Domenica 9 Giugno, al termine del Memorial Circuito Automobilistico di Modena, Trofeo Banca Popolare dell’Emilia Romagna, grazie alla disponibilità dell’Autodromo di Modena-Marzaglia si concluderà Modena Terra di Motori con le premiazioni del Memorial circuito automobilistico.