Al via venerdì, in tutta la provincia di Modena, ‘Màt’, la settimana della salute mentale



Sarà la guarigione il filo conduttore della terza edizione di Màt, Settimana della salute Mentale, in programma a Modena e provincia da venerdì 18 ottobre al 25 ottobre. Una scelta fortemente caratterizzante che consente di affrontare uno dei più seri e radicati pregiudizi sulla malattia mentale. La letteratura scientifica e numerose testimonianze sono infatti concordi nell’affermare che “la guarigione è una speranza ragionevole”.

Si parte venerdì con cinque iniziative di grande spessore. A partire dalle ore 15.00, all’interno della Sala Conferenze del Palazzo Ducale (in Piazza Roma), la cerimonia d’apertura della ‘Terza Settimana della Salute Mentale’ con il saluto delle autorità civili, religiose e militari della Provincia di Modena e della Regione Emilia-Romagna.

Subito dopo, ampio spazio verrà dedicato ad alcune relazioni d’apertura del programma di appuntamenti, per tracciare idealmente le nuove prospettive della “Salute Mentale nel Terzo Millennio”. Saranno presenti il Direttore della Divisione ‘Salute Mentale’ dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Shekhar Saxena; il viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maria Cecilia Guerra; l’assessore alle Politiche Sociali e Abitative del Comune di Modena, Francesca Maletti e il Direttore generale dell’Azienda Usl di Modena Mariella Martini.

Si continua con la presentazione di alcune opere d’arte realizzate all’interno dei Centri di Salute Mentale di Modena, presso “La Tenda” di Viale Molza. A seguire, la premiazione del Concorso artistico “Ragionevoli speranze”, realizzato in collaborazione con la Fondazione Mecenati del Bello di Philippe Daverio e i Maestri d’arte della Cooperativa Sociale “Gulliver”.

Chiude la prima giornata di appuntamenti, al Forum Monzani, la presentazione del libro “Una notte ho sognato che parlavi” (ore 21.00) che vedrà protagonista il noto conduttore di “Radio 24” ed editorialista de “La Stampa” Gianluca Nicoletti. L’autore dialogherà con il pubblico e racconterà la propria esperienza di padre di un ragazzo autistico. L’evento è promosso dall’Associazione ‘Aut-Aut’.

Per il programma completo è possibile visitare il sito internet www.ausl.mo.it/mat