Capsa, raggiunto l’accordo per dare continuità all’attività e all’occupazione



Si è chiusa positivamente la vicenda dei 111 lavoratori dell’azienda Capsa, la cooperativa che fornisce i servizi alle imprese di Confartigianato nella sede di Bologna e nelle diverse sedi della provincia.

Ieri si è tenuto il Tavolo di Salvaguardia, presieduto dall’assessore provinciale alle Attività Produttive Graziano Prantoni e alla presenza del Comune di Bologna, in cui è stato sottoscritto un accordo quadro per la continuità dell’attività economica e la salvaguardia integrale dell’occupazione. E’ seguita la ratifica da parte dei lavoratori dell’accordo sindacale che dà conto nei dettagli del passaggio dei lavoratori a due società: Integra Service srl e Net Services srl.

In particolare, Integra Service srl, società afferente a un gruppo di professionisti veneti che controllano attività amministrative e contabili in diverse aree del territorio italiano, acquisirà i servizi di assistenza fiscale e paghe rivolti alle imprese con il passaggio di 80 dipendenti. Per quanto riguarda Net Services srl, le attività acquisite riguarderanno i servizi ai privati e i servizi immobiliari con il passaggio di 27 dipendenti. I lavoratori rimanenti saranno assunti da Confartigianato.

Nell’accordo quadro sottoscritto le parti hanno condiviso che il perfezionamento dei contratti di affitto per i due rami aziendali rappresentano la migliore risposta possibile per dare continuità all’attività di Capsa e contestualmente garantire il mantenimento degli attuali livelli occupazionali alle medesime condizioni contrattuali. Inoltre, è stata indicata la formazione come strumento strategico per garantire la qualificazione dei lavoratori. In particolare per quanto riguarda l’obiettivo di potenziamento di alcune aree di attività di Net Services, la Confartigianato ha preso l’impegno di entrare nell’assetto proprietario con quota di maggioranza. Per ultimo, nell’accordo si esplicita l’indicazione della possibile attivazione di ammortizzatori sociali per accompagnare lo sviluppo dei due progetti imprenditoriali.

L’assessore Prantoni ha dichiarato: “La crisi economica è arrivata a colpire anche settori che parevano non poter esserne coinvolti. Con Capsa siamo partiti da una situazione che sembrava pesantemente compromessa, ma, attraverso il lavoro di mediazione del Tavolo di salvaguardia, anche in questa circostanza abbiamo concluso in modo positivo. È stato trovato un accordo che consente di dare continuità a tutta una serie di servizi di grande rilievo per molte imprese del territorio e ringrazio le parti che nei temi affrontati al Tavolo e nelle separate discussioni in ambito sindacale, hanno perseguito con forza l’obiettivo di salvaguardare tutta l’occupazione”.