L’Ausl Reggio Emilia procederà al recupero ticket su prestazioni di specialistica ambulatoriale e farmaceutica che riguardano circa 3.000 cittadini



medici-donnaLe prestazioni di specialistica ambulatoriale e farmaceutica (queste dal 29 agosto 2011) sono soggette al pagamento del ticket. La delibera regionale n.1190 del 2011 ha poi introdotto nuovi ticket sanitari definendo l’incremento della partecipazione alla spesa per fasce di reddito. Ogni assistito ha la possibilità di autodichiarare la propria fascia di reddito (RE1, RE2, RE3).

Le aziende sanitarie sono tenute a verificare la veridicità delle autodichiarazioni, avvalendosi, da qualche anno, anche dei dati forniti da SOGEI, società informatica del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il D.M. 11/12/2009 prevede infatti che l’Agenzia delle Entrate, tramite SOGEI, fornisca gli elenchi delle persone che in base ai redditi del nucleo familiare e all’età avrebbero diritto alle esenzioni E01, E03, E04. Dal 2011 SOGEI fornisce anche informazioni relative alle fasce di reddito RE1, RE2, RE3.

Sulla base di tali informazioni, che vengono inviate direttamente alle Aziende sanitarie ogni anno, vengono fatti gli accertamenti necessari e, in caso di incongruenza, l’Azienda Usl procede, se necessario, alla richiesta di pagamento del dovuto.

Incrociando i dati delle autocertificazioni con quelli di SOGEI per gli anni 2011 e 2012 sono emerse diverse incongruenze. Tra tutte le incoerenze osservate si evidenziano quelle relative all’esenzione E01, che riguarda i bambini sotto i 6 anni e le persone dai 65 anni in poi, appartenenti a un nucleo familiare con reddito annuo lordo inferiore a euro 36.151,98.

Queste incoerenze riguardano circa 3.000 persone per le quali SOGEI indica un reddito familiare superiore a € 36.151,98 (limite massimo delle esenzioni per reddito).

In particolare:

– circa 1.800 assistiti per ricette farmaceutiche, per un totale di circa 55.000 € da recuperare,

– circa 2.300 assistiti per prestazioni di specialistica ambulatoriale per un totale di circa 400.000 € da recuperare.

Alcuni recuperi hanno un importo particolarmente elevato (diverse centinaia di euro).

Queste persone riceveranno a breve una lettera dall’Azienda USL contenente l’elenco delle ricette o delle prestazioni specialistiche per cui si chiede il recupero, le modalità di pagamento (per gli importi più elevati è prevista la possibilità di rateizzazione) e un recapito telefonico a cui rivolgersi per informazioni e chiarimenti, o nel caso in cui non ci si riconosca nella fascia di reddito certificata da SOGEI.

Per quanto riguarda le autocertificazioni:

Nel retro del modulo di autocertificazione da compilare, rilasciato dalla nostra azienda e predisposto a partire da aprile 2011, sono indicate le istruzioni per la compilazione.

In particolare si indica:

1. Che cos’è il nucleo familiare fiscale

Il nucleo familiare fiscale è composto dai coniugi e dai familiari a carico.

I coniugi non devono essere separati legalmente.

In caso di separazione, ogni coniuge compilerà il modulo facendo riferimento al proprio nucleo familiare fiscale.

2. Chi sono i familiari a carico

Sono a carico i familiari dipendenti dal punto di vista fiscale, per i quali il dichiarante gode di detrazioni fiscali, e che hanno un reddito lordo annuo inferiore a € 2.840,51 euro.

3. Che cos’è il reddito complessivo lordo

Il reddito complessivo lordo è la somma di tutti i redditi lordi dei componenti del nucleo familiare fiscale, al lordo degli oneri deducibili dei singoli membri. È il reddito che viene scritto nei modelli:

• CUD, parte B, punto 1

• 730, alla voce “Reddito complessivo”, nel modello sui redditi del 2010 è riportato al rigo 11, nel modello sui redditi del 2011 al rigo 137.

• UNICO, alla voce “Reddito complessivo” che nel modello sui redditi del 2010 è riportato al rigo RN1 col.5, nel modello sui redditi del 2011 è riportato al rigo RN1 col.1

 

Si ricorda ai cittadini che, qualora si modifichino le condizioni di reddito familiare fiscale lordo occorrerà presentare una nuova autocertificazione della propria fascia di reddito di appartenenza o un modello di revoca di fascia di reddito, se viene superato il tetto massimo di 100.000 euro (perché in questa situazione viene applicato il ticket massimo previsto e non è necessaria autocertificazione).

Il modulo per l’autocertificazione e il modello di revoca sono scaricabili dal sito regionale www.saluter.it e possono essere consegnati agli sportelli SAUB del distretto di appartenenza o inviati tramite raccomandata o PEC, insieme a fotocopia del documento di identità. I recapiti sono indicati sul sito www.saluter.it

L’Azienda Usl, ricevuta la nuova dichiarazione, inserisce la nuova fascia di reddito a partire dal 1° gennaio dell’anno in corso. Se dal 1° gennaio dell’anno in corso, prima del rilascio di una nuova autocertificazione, sono state prescritte visite, esami, interventi, farmaci di cui i cittadini hanno già pagato il ticket calcolato in base alla fascia di reddito precedente, occorre regolarizzare la posizione:

• nel caso di passaggio da una fascia inferiore a una superiore si è tenuti a integrare la quota di ticket, versando la differenza tra il ticket già pagato e quello ricalcolato in base alla nuova fascia di appartenenza;

• nel caso di passaggio da una fascia superiore ad una inferiore si ha diritto alla restituzione della differenza tra il ticket pagato e il nuovo ticket ricalcolato.