SGP – Il Sindaco risponde al PD: “Dopo il voto in consiglio, il partito è sull’orlo di una crisi di nervi. Il Comune non è in dissesto ed i servizi sono garantiti”



sindaco_caselliIl Comune non è in dissesto, non ci saranno distacchi di corrente elettrica ed i servizi continueranno ad essere garantiti. Continuare ad annunciare il contrario, come fanno gli esponenti PD, significa mentire consapevolmente ed assumersi una grave responsabilità istituzionale e politica, per la quale dovranno rispondere.
Capisco il loro nervosismo, visto che in Consiglio comunale anzichè fare cadere il Sindaco, come avrebbero voluto, sono caduti loro ma continuare ad affermare cose non vere e diffondere allarmi alla città è da irresponsabili. Se c’è un tempo scaduto è quello dell’azione distruttiva del Partito Democratico che tenta vergognosamente di rifarsi una verginità politica strumentalizzando i problemi di una società che il PD ha creato e che il PD ha portato sull’orlo del baratro. Noi stiamo lavorando per dare soluzione ai problemi ereditati e garantire i servizi, gli esponenti PD  solo per distruggere. Per questo si dovrebbero vergognare. Alla volontà disfattista che il PD continua a dimostrare, noi opponiamo la volontà costruttiva per dare risposte strutturali e definitiva ai problemi della società e per fare in modo che questi non si riflettano sui cittadini e sul bilancio sano del Comune. L’approvazione dell’atto di indirizzo su SGP, ieri sera, in consiglio comunale, ne è la dimostrazione lampante. La responsabilità politica che ha portato all’approvazione del documento ha vinto sull’irresponsabilità dimostrata nuovamente dai consiglieri del partito democratico che hanno deciso, per motivi totalmente strumentali e pregiudiziali, di bocciare un documento che teneva conto anche delle istanze che loro stessi avevano sostenuto. Il PD ha detto no a ciò che il PD stesso aveva chiesto, anche in commissione, e che è stato recepito nel documento presentato dalla giunta. Uno spettacolo desolante che conferma che SGP, per il Partito Democratico di Sassuolo, non rappresenta un problema a cui dare risposta e soluzione, ma uno strumento utile solo alla propria campagna politica contro l’Amministrazione. Se questi signori sono quelli che vorrebbero candidarsi a governare nuovamente la città, ai Sassolesi hanno già dato sufficienti elementi su cui riflettere”