“Villa Rosati ringrazia Galliano Morini”: a Cavezzo una cerimonia pubblica per la donazione di 10 nuovi letti elettrici



“Villa Rosati ringrazia Galliano Morini”: questo il nome dell’evento in programma sabato 19 ottobre (dalle 15.30) all’interno della Residenza modenese di Cavezzo, gestita da Cooperativa Elleuno, durante il quale avverrà la consegna ufficiale di 10 letti attrezzati (i primi elettrici in dotazione, con un comando per regolare l’altezza e tutti i movimenti posturali). Una donazione, questa, voluta fortemente da Galliano Morini e dall’”Associazione Famiglia Modenese e degli Estensi di Roma” di cui è il Presidente.

Nel corso della cerimonia pubblica, inoltre, i coordinatori della struttura Maria Teresa Mazzoli e Massimiliano Logli e un rappresentante di Cooperativa Elleuno consegneranno una targa di ringraziamento a Morini e all’Associazione. Saranno presenti, tra gli altri, il vice-Sindaco e assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Bianchini, gli ospiti della residenza e le loro famiglie. A seguire, un ricco buffet.

Ma come è nata questa collaborazione tra Villa Rosati e l’Associazione Famiglia Modenese e degli Estensi di Roma? Galliano Morini ha conosciuto la realtà di Cavezzo grazie a Maurizio Cavazza, responsabile locale della Protezione Civile. Dopo aver organizzato diversi eventi musicali per la raccolta di fondi da destinare alle zone terremotate dell’Emilia, ha deciso di destinare 10 nuovi letti proprio alla Casa Protetta di via Cavour 57 che ha visitato lo scorso giugno.

“A un anno esatto dal terribile terremoto che ha sconvolto l’Emilia mi sono recato a Cavezzo – spiegava Morini a giugno – uno dei paesi più colpiti dal sisma, per rendermi conto della situazione post terremoto e per sentire le esigenze dell’ Ente a cui pensiamo di destinare i fondi raccolti dalla Famiglia Modenese e degli Estensi residenti a Roma. Ho visitato la Casa Protetta Villa Rosati di Cavezzo che ospita persone anziane in condizione di non autosufficienza per i quali non è possibile il mantenimento nel proprio ambiente familiare. Ci è stata richiesta la fornitura di letti particolari per i quali abbiamo richiesto preventivi. Entro la fine di settembre o primi di ottobre saremo in grado di fare la donazione con una piccola cerimonia ufficiale”. Ebbene, la parola è stata mantenuta. L’azienda fornitrice di letti, inoltre, è stata scelta dal signor Morini, oltre che per la lunga collaborazione con Elleuno, anche per la sua provenienza dalle zone colpite dal terremoto.

Due parole, infine, sull’Associazione Famiglia Modenese e degli Estensi, fondata a Roma nel 1974 dal commendatore Tonino Tonelli, con lo scopo di riunire le persone che si erano trasferite a Roma e provenienti dalle province di Ferrara, Reggio Emilia, Modena e Massa Carrara. Insomma, un’associazione nata per offrire un punto d’incontro nella Capitale ai suoi aderenti, con l’obiettivo di far continuare e sopravvivere le proprie tradizioni anche in quel di Roma.