Domani a Modena il convegno dedicato all’analisi dei risultati di un’indagine condotta tra gli adolescenti modenesi sul fenomeno del cyberstalking



internet-bambini-adolescentiAl fenomeno del cyberstalking è stata dedicata una ricerca, che ha coinvolto giovanissimi e ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori di Modena, i cui risultati verranno presentati nel corso di un convegno “Stalking, Cyberspace & Young People – SCY” (Molestie, ciberspazio e popolazione giovanile), organizzato a Modena nella giornata di venerdì 18 ottobre 2013, nell’Aula Magna del complesso universitario San Geminiano (via San Geminiano 3). L’iniziativa, sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, che ha finanziato un omonimo progetto internazionale di ricerca, è promossa dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia ed ha ricevuto il patrocinio del Comune e della Provincia di Modena e della Polizia di Stato.

“Al convegno – precisa la prof. ssa Laura De Fazio dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – verranno presentati alcuni dati del progetto di ricerca che ha messo in luce come il fenomeno del cyberstalking tra i giovani modenesi sia presente anche se con una prevalenza non allarmante sotto il profilo quantitativo. Tuttavia ciò non significa che il fenomeno non sia rilevante, in quanto è emerso altresì come i ragazzi, da una parte, utilizzino con frequenza quotidiana gli strumenti offerti dalla tecnologia, con circa un 66% che dispone di una connessione internet personale e un 90% iscritto ad almeno un social-network, dall’altra mostrino una scarsa consapevolezza dei rischi connessi a tale uso e grande incapacità di gestione delle situazioni in cui si verificano le molestie telematiche”.

L’approfondimento e la discussione sui risultati della ricerca inizierà alle ore 9.00 coi saluti del prossimo Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Angelo O. Andrisano, del Sindaco di Modena prof. Giorgio Pighi e di altre autorità. Successivamente prenderà la parola il dott. Vincenzo Spadafora, Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza. La seduta mattutina, presieduta dalla prof. ssa Laura De Fazio, quindi, proseguirà con la presentazione dei risultati della ricerca, esposti dalla dott. ssa Chiara Sgarbi dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, ed i contributi del prof. James O’Higgins Norman dell’Anti-Bullying Centre (ABC) dell’Università di Dublino (Irlanda) e della prof. ssa Heidi Vandebosch dell’Università di Anwerp (Belgio). Nel pomeriggio i lavori riprenderanno alle ore 15.00 con gli interventi di: prof. Michele Colajanni dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia su “Opportunità e rischi della rivoluzione informatica”; dott. ssa Cristina Bonucchi della Polizia di Stato su “Stalking e Cyber Bullismo: nuovi scenari di devianza giovanile sul web” e del prof. Giovanni Ziccardi dell’Università degli studi di Milano su “Aspetti giuridici delle molestie in internet e tutela della vittima”.