Lotta alla contraffazione, ‘Parliamone a scuola’: sabato al Fermo Corni di Modena



La lotta alla contraffazione passa anche attraverso la scuola. “Parliamone a scuola” è infatti un’iniziativa che si svolgerà nell’aula magna Fermo Corni in via Leonardo. da Vinci 300, sabato 19 ottobre dalle 9 alle 12.30. L’iniziativa è promossa dal Comune di Modena nell’ambito del progetto “Modena, insieme contro la contraffazione”ed è rivolta agli studenti delle scuole superiori di secondo grado di Modena. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i giovani al tema della contraffazione e promuovere un consumo legale e consapevole. Anche ai ragazzi, può capitare di incorrere in acquisti di prodotti contraffatti e dunque non sicuri, sia se si fanno acquisti attraverso canali tradizionali d’acquisto come negozi, sia se si acquista su internet; il rischio, o la tentazione, può presentarsi in entrambi i casi. L’incontro ha lo scopo di dare informazioni utili per aiutare i giovani a comprendere questo fenomeno, e come comportarsi. Argomenti che saranno approfonditi ulteriormente nell’itinerario didattico sulla anti-contraffazione dedicato appunto alle scuole superiori per quest’anno scolastico. Il tema sarà introdotto dall’’assessore alla Qualità e Sicurezza Antonino Marino, seguirà l’ intervento del capitano della Guardia di Finanza Gabriel Romitelli che illustrerà le azioni di contrasto alla contraffazione. Per le associazioni dei consumatori Renata Frammartino affronterà il tema della cultura della legalità e la tutela dei consumatori. Un approfondimento sul tema della contraffazione nel settore della moda, una delle categorie interessate dal fenomeno, sarà presentato da Isabella Angiuli e da Marco Gasparini di Cna Federmoda Emilia-Romagna attraverso anche la testimonianza di un imprenditore della moda. Durante l’incontro un ufficiale della Polizia municipale illustrerà agli studenti alcuni prodotti contraffatti per evidenziare quegli elementi distintivi e necessari che i prodotti legali presentano, in particolare il marchio CE. I giovani avranno a disposizione anche un punto informativo con materiali e gadget del progetto. L’iniziativa fa parte del progetto “Modena, insieme contro la contraffazione” che, sviluppato dall’ufficio Politiche delle sicurezze del Comune sulla base di una finanziamento dell’Anci, conta anche sulla collaborazione della prefettura, per il coordinamento delle Forze dell’ordine, della Camera di commercio, per il rapporto con le associazioni economiche, dell’Ausl di Modena e dell’Associazione dei Consumatori. Il finanziamento dell’Anci per il progetto, tra i primi dei 70 presentati da altrettanti comuni italiani, è stato di 78 mila euro andando a coprire circa l’80 per cento del costo totale degli interventi. La campagna informativa affianca la campagna di controlli congiunti tra forze di polizia avviati a giugno scorso, e rientra tra le iniziative pubbliche previste dal progetto. Nei prossimi mesi presso i centri commerciali e i mercati oltre che nelle scuole con incontri di formazione e sensibilizzazione e tutela rivolti ai giovani, ma anche ai genitori, agli anziani e alle imprese. I materiali della campagna informativa con gli slogan “Vero/Falso”, Sicuro/Insicuro”, “Legale/Illegale”inoltre sono pubblicati sul sito internet dell’Ufficio Politiche delle Sicurezze (www.comune.modena.it/politichedellesicurezze)