Slc/Cgil: oggi lavoratori in sciopero al Club La Meridiana di Casinalbo



la-meridiana-scioperoSciopero oggi per l’intero turno di turno di lavoro degli addetti del rinomato Club La Meridiana di Casinalbo, frazione di Formigine. I lavoratori hanno anche dato vita ad un presidio di protesta dalle ore 12 alle 14 davanti alla sede del Club in via Fiori. Lo sciopero – spiega Slc/Cgil -è stato proclamato contro i licenziamenti di 3 lavoratrici addette al servizio pulizia a seguito dell’esternalizzazione del servizio decisa dal consiglio direttivo del Club.

“Per scongiurare i licenziamenti – afferma Marcello Rosvich del sindacato Slc/Cgil Sassuolo – avevamo chiesto l’apertura di un tavolo di trattativa che però non è mai decollato, a causa dell’atteggiamento di chiusura del presidente del consiglio direttivo”.

La Slc/Cgil chiedeva il passaggio delle 3 lavoratrici alle dipendenze della cooperativa di pulizia a cui era stato esternalizzato il servizio. Sembrava essere stata raggiunta un’intesa in un primo momento, visto che nelle lettere di licenziamento inviate alle lavoratrici, le stesse sono espressamente indirizzate a rivolgersi alla cooperativa per il passaggio di assunzione, con garanzia di mantenere lo stesso cantiere di lavoro.

“Invece – aggiunge Rosvich – l’amara sorpresa è stata che la cooperativa Progest ha offerto una consistente riduzione dell’orario di lavoro (passando da 3 ore/giorno ad 1 ora e 45 minuti/giorno), l’assunzione solo di 2 lavoratrici su 3 con un contratto non di lavoro dipendente ma di socio-lavoratore, e per giunta in altri cantieri di lavoro”.

La Slc/Cgil e i lavoratori chiedono perciò di riaprire un confronto, senza posizioni pregiudiziali, per garantire i diritti e il lavoro delle tre lavoratrici impiegate presso La Meridiana da ben 14 anni.

Si chiede, in particolare, il rispetto degli impegni sottoscritti dal Club nelle lettere di licenziamento inviate alle dipendenti.

Slc/Cgil e lavoratori si augurano di riaprire il confronto al più presto, ma sono determinati a proseguire nell’azione di mobilitazione, non escludendo anche iniziative eclatanti nei prossimi giorni, se non venissero segni concreti di disponibilità.