A Soliera la 18ª edizione de Il Profumo del Mosto Cotto



mosto-solieraSabato 19 e domenica 20 ottobre Soliera ospita la 18ª edizione de “Il Profumo del Mosto Cotto”, festa autunnale che celebra le tradizioni enogastronomiche, la storia e la cultura contadina del territorio modenese, promossa dall’Amministrazione comunale e dalla Fondazione Campori, in collaborazione con la Compagnia Balsamica, l’associazione locale per la valorizzazione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena.

La manifestazione prenderà avvio sabato 19 ottobre, alle 16.30, in piazza Fratelli Sassi, presso la Sala Consiliare del Castello Campori. È lì che il Centro Studi Storici Solieresi presenterà “Il paese del Sole. Soliera e il suo Castello”, un nuovo elaborato volume, edito da Nuovagrafica, dedicato ai ragazzi della scuola primaria. Alla presentazione parteciperanno, tra gli altri, il vicesindaco e assessore alla cultura Roberto Solomita e la presidente del Centro Studi solierese Sandra Losi.

Sempre in piazza Sassi, alle 18.30, si esibirà la Campori Big Band, cui farà seguito, alle 19.30, una grande cena contadina sotto la tensostruttura riscaldata di via XXV Aprile, promossa dalla Compagnia Balsamica in collaborazione con la parrocchia di San Giovanni Battista (per prenotarsi 059.8505500).

Infine, alle 21.15, ci si sposterà al Cinema Teatro Italia di via Garibaldi per una serata di presentazione della nuova stagione teatrale e cinematografica e per la proiezione del film-documentario “La città della scuola”. Si tratta di un prezioso lavoro che i registi Federico Baracchi e Roberto Zampa hanno girato con i ragazzi delle classi seconde dell’Istituto Sassi di Soliera. Il film racconta per l’appunto l’anno scolastico post-sisma (2012-13), la paura, le vacanze prolungate e il cambio forzato di scuola nel nuovo edificio costruito in poche settimane in via Caduti di Nassiriya. Un affresco a volte tenero e divertente, a volte intenso e sofferente, la restituzione di una polifonia umana che si colloca in quel delicato momento di passaggio tra l’infanzia e l’adolescenza.

L’ingresso è gratuito.

 

Domenica 20 ottobre, di buon mattino, non più tardi delle 8, piazza Lusvardi sarà già animata dai volontari che si dedicano alla cottura del mosto d’uva nei tradizionali fugoun a legna. Ma sarà tutto il centro storico solierese a mettersi in moto per una giornata all’insegna della festa e dello stare insieme.

Dalle 8 alle 10, la sede solierese dell’Avis di via XXV Aprile 265 aprirà le sue porte per permettere la donazione del sangue e offrire gratuitamente la misurazione del colesterolo e della pressione arteriosa. A partire dalle 8.30 e per tutta la giornata, in via Rimembranze, si potrà ammirare una straordinaria esposizione di vespe e lambrette d’epoca, per un’iniziativa a cura del Moto Club Oca Bigia di Soliera. In via Roma, invece, saranno esposte le “macchine dei nostri ricordi”, a cura dell’Historic Motor Club di Soliera.

Dalle 9 in poi, in via Garibaldi, nel punto infermeria della Croce Blu, si potrà partecipare alla campagna per la prevenzione dei melanomi della pelle “Un ciclamino per la solidarietà”, e ci si potrà prenotare per una visita pomeridiana oferta da ANT.

 

Chi attraverserà piazza Fratelli Sassi farà un tuffo nel passato, grazie alle rappresentazioni degli antichi mestieri (con artigianato artistico, fachiro e musici itineranti) proposte dalla Compagnia del Sipario Medievale di Verona, mentre piazza Repubblica – dalle 10 alle 12 – sarà teatro di una speciale caccia al tesoro on-line “Alla scoperta dell’Europa attraverso il web”, protagonisti i ragazzi dagli 11 ai 14 anni. E sempre in piazza Repubblica, i più piccoli saranno impegnati nei laboratori di manipolazione a cura dei Nidi Roncaglia e Arcobaleno.

Di particolare interesse l’appuntamento delle 10.30, in Sala Consiliare del Castello Campori, dove prenderà avvio una tavola rotonda sul rapporto fra uomo e territorio, a margine della bella mostra che Emanuela Ascari propone all’interno della Biblioteca Campori “Materia primaria”. Intorno alle 11.30, al termine dell’incontro – che vedrà la partecipazione di svariati esperti e studiosi, e che sarà presieduto dall’assessore all’ambiente Caterina Bagni -, sarà offerto un buffet-aperitivo biologico.

A fine mattinata, alle 12, in piazza Lusvardi, gli assaggi di un tipico piatto autunnale contadino: i maltagliati con fagioli.

 

Nel pomeriggio sono ancora numerosissime le attività. Vanno segnalate in particolare quelle promosse da Soliera C’è, il comitato dei commercianti solieresi che dalle 15, nel suggestivo cortile del Castello Campori, proporrà l’evento “Il signor Lambrusco a Castello. Prima edizione di Degustandum”, con la partecipazione di Giuseppe Palmieri, noto sommelier dell’Osteria Francescana.

Ma non mancheranno l’Arci Show, ovvero la carrellata di esibizioni di ballo, musica, ginnastica e danza in piazza Lusvardi, gli ambiti assaggi di polenta e salsiccia, saba e sughi (sempre in piazza Lusvardi), le divertenti sfide culinarie di “Masterscém” in piazza Repubblica e la premiazione della 4ª Gara del Nocino fatto in casa, con i premi consegnati dalla Presidente dell’Ordine del Nocino modenese Vania Franceschelli.

Infine, alle 17, in piazza Repubblica, la premiazione dei donatori emeriti dell’Avis, alla presenza delle autorità cittadine, e dalle 18 alle 21, in via Caduti, presso la Galleria del Direzionale Marconi, “10 + 1 B-day”, ovvero la festa finale promossa da Soliera C’è e Piccolo Atelier.

Per tutto il giorno mercato (straordinario, contadino, dell’Art-Ingegno, del Baratto e dello Scambio), la mostra di pittura di Sala Milvia Vittoria presso il Social Bar Eortè di piazza Sassi e il concorso pittorico “Il profumo del Mosto Cotto” in via Garibaldi, con le opere esposte nelle bacheche del Cinema Teatro Italia.

 

Per informazioni: 059.568580-81 www.comune.soliera.mo.it