Maranello: permuta di aree tra Comune e Ferrari



Proseguono le azioni, in accordo tra il Comune di Maranello e la Ferrari spa, per migliorare l’impatto delle lavorazioni industriali dell’azienda sul territorio. A questo proposito è prevista una permuta di aree finalizzata alla riorganizzazione logistica della Fabbrica Ferrari, che avrà come conseguenza anche un miglioramento generale delle condizioni dell’area in cui si trovano gli stabilimenti, attraverso una organizzazione più efficace della mobilità interna. Un primo intervento in questa direzione era stato attuato dalla Ferrari in agosto, con la realizzazione di un nuovo innesto stradale sulla rotatoria di via Grizzaga, intervento che ha permesso di riorganizzare la circolazione dei mezzi pesanti in uscita, con una riduzione delle immissioni inquinanti. Ora Comune e Ferrari hanno concordato una procedura di permuta di aree di eguale dimensione. Si tratta di uno scambio, a parità di superficie, di aree non edificabili adiacenti allo stabilimento Ferrari: la parte più consistente riguarda la riorganizzazione di un’area in adiacenza all’intersezione stradale tra via Trebbo e via Musso e da via Trebbo verso la Pedemontana (1037 mq). Altre due superfici comprese nella permuta sono e rimarranno aree verdi: quella all’angolo tra il Parco dei Navigatori e lo stabilimento Ferrari (192 mq), e la rettifica di un perimetro su un’area in prossimità della Galleria del Vento (845 mq). Le condizioni della permuta saranno deliberate dal consiglio comunale del 22 ottobre e impegnano la Ferrari a realizzare all’interno del parco pubblico una recinzione di separazione, una siepe arbustiva viva come elemento naturale di schermatura e protezione e un nuovo filare alberato. Inoltre, le eventuali alberature che dovranno essere abbattute o che saranno nelle aree oggetto di permuta con la Ferrari, saranno ripiantate nelle aree del Comune di Maranello destinate a verde pubblico.