SEL Sassuolo, una riflessione sugli eventi scaturiti dall’ultimo consiglio comunale



Consiglio-SassuoloDa oramai diverse settimane, in particolar modo dall’ultimo consiglio comunale, la città di Sassuolo è governata da una Giunta che non governa, paralizzata, in balia degli eventi.

Una Giunta che martedì sera, di fronte ai tanti Sassolesi presenti al Consiglio Comunale, non ha avuto il coraggio di dire quali sarebbero state le prestazioni che avrebbero subito delle interruzioni a causa del dissesto finanziario di SGP.

E’ stato dichiarato che sarebbero stati effettuati alcuni tagli sui “servizi non essenziali”: ci chiediamo pertanto se l’erogazione dell’energia elettrica e del riscaldamento alle scuole materne, ai magazzini comunali, all’Ufficio Casa di via Rocca e dell’acqua ai piani superiori del cimitero, secondo l’Amministrazione, rientrano nel novero dei “servizi non essenziali”. Allo stesso modo ci domandiamo se invece nel 2010 era “essenziale” che SGP, quindi il comune, procedesse all’acquisto di circa un migliaio di nuove plafoniere grazie alle quali furono illuminate a giorno le stesse zone che oggi si trovano al buio.

SEL Sassuolo ritiene che l’attuale Governo di questa città non abbia mai affrontato seriamente la questione SGP. Probabilmente, se il bilancio fosse stato analizzato prima di procedere con spese discutibili, non si sarebbe arrivati a questo punto, dove , per fare un solo esempio, il Comune, per la prima volta, non riesce ad aderire alla Settimana della Salute perché non ha a disposizione neppure mille euro per patrocinare le associazioni di volontariato che vi partecipano.

SEL Sassuolo crede che questa Giunta dovrebbe dimettersi e lasciare che un funzionario dello Stato governi la città per qualche mese e chiuda questa fase. Dopo di che, si andrà alle elezioni e forse con meno arroganza, troveremo chi ci aiuterà a superare questo fallimento.

Sinistra Ecologia Libertà – Circolo di Sassuolo