Bologna: sostanze dopanti. Agente immobiliare denunciato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile



controllo_carabinieriI Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Bologna hanno denunciato un agente immobiliare di 39 anni, residente a San Lazzaro di Savena, per ricettazione di sostane dopanti. L’uomo, alla guida di un SUV di grossa cilindrata, è stato fermato durante un posto di controllo alla circolazione stradale che i militari stavano effettuando in viale Giosuè Carducci.

Terminati i controlli di rito (patente di guida e carta di circolazione), i Carabinieri hanno deciso di approfondire gli accertamenti con una perquisizione personale e veicolare. All’interno del vano porta oggetti sono state trovate 4 confezioni di TESTOVIS che il 39enne dichiarava di aver comprato in una farmacia di Bologna. Solo in un secondo momento, l’uomo, incalzato dalle domande degli inquirenti che volevano sapere di più in merito alla farmacia che gli aveva venduto le confezioni, ammetteva di averle acquistate al “mercato nero”. Altre sostanze dopanti sono state trovate nel corso di una perquisizione domiciliare: 1 confezione di BENTELAN, 1 confezione di LASIX e 1 confezione di HUMILIN. All’interno di un marsupio appoggiato su un divano, i militari hanno rinvenuto 4 ricette mediche rilasciate da un medico di Imola. Ognuna di queste prescriveva altri tipi di farmaci: PROVIRON, NOLVADEX, GONASI AI 5000 UI e OMEPRAZEN.

Il 39enne, di fronte all’evidenza dei fatti e sapendo che i Carabinieri avrebbero chiesto informazioni al medico, ammetteva di averle contraffatte col computer. Il soggetto, oltre ad avere precedenti di polizia per reati contro la persona è gravato da precedenti di polizia specifici: disciplina della tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping (art. 9 L. 14 dicembre 2000 nr. 376). Al 39enne è stata tolta la patente di guida per un periodo di tempo pari a 10 giorni, in attesa delle analisi tossicologiche svolte nei suoi confronti: Art. 187 comma 3 e 5 bis.