“Buttala dentro o sei fuori”: Lunedì 21 ottobre il torneo di calcio nell’ambito di Mat: la settimana della salute mentale. Il calcio d’inizio affidato al Capitano Francesco Magnanelli



stadio_ricci_2“Lo sport come veicolo ed al tempo stesso strumento, per alleviare e magari superare le difficoltà ma anche e soprattutto per sensibilizzare quante più persone possibili: è per questo motivo che invito tutti quanti a partecipare lunedì prossimo al torneo di calcio in programma al Ricci che vedrà come testimonial d’eccezione il nostro Capitano Francesco Manganelli, da sempre sensibile e disponibile a tutte le attività sociali che la città propone, a dare il calcio d’inizio”.

L’Assessore allo Sport ed alle Politiche Sociali del Comune di Sassuolo Giorgio Barbieri, in questo modo,  introduce “Buttala dentro  o sei  fuori”: la manifestazione di  calcio che si terrà lunedì prossimo, 21 Ottobre  allo stadio  Ricci di  Sassuolo.

Un quadrangolare del  tutto speciale che coinvolgerà, a partire dalle ore 19, utenti dei  centri  di  salute mentale, giocatori di una volta, ospiti graditi ed addetti ai lavori provenienti da diverse realtà  del  territorio, tutti  accomunati dalla voglia di  stare insieme in una serata calcistica  ricca di  significati.

La manifestazione è inserita nella  terza  edizione di  “Mat” la settimana della salute mentale che si  celebrerà in tutta la provincia di  Modena dal 18 al 25 di  Ottobre, dove un fittissimo  calendario  di  avvenimenti (incontri, dibattiti, teatro, arte, sport, musica) vorranno  porre una forte attenzione sulle tematiche, con una larga apertura alla società di  tutti i giorni.

Lo sport come azione terapeutica e di recupero, lo sport come aggregazione ,lo sport come lotta all’alienazione: questi  i  motivi  forti  delle attività promosse per le persone seguite dalla salute mentale da parte di Uisp,  e così  vorrà  essere anche in questa serata  organizzata con attenzione ed  in collaborazione con il   centro  di  salute mentale  locale   e l’Assessorato  allo Sport del Comune di Sassuolo.

La Terza Edizione della Settimana della Salute Mentale di Modena (19 – 26/10/2013) affronta, infatti, uno dei più seri pregiudizi sulla malattia mentale: la presunzione di inguaribilità che è causa di pessimismo e scoramento negli utenti, nei famigliari e negli operatori. La guarigione, intesa come la possibilità di trasformare l’esperienza della malattia in modo compatibile con l’esercizio di un buon ruolo affettivo e sociale, è invece possibile. Lo Sport con il suo insegnamento di spirito di squadra, di sacrificio, di preparazione è un ottimo esempio di come affrontare le difficoltà della malattia; la pratica sportiva è perciò entrata a pieno diritto nelle attività di riabilitazione e tempo libero.

Tutte le persone interessate possono assistere alla partita; l’ingresso è  chiaramente gratuito,lo spettacolo tecnico e la bellezza valoriale della serata sono garantiti.

Tra l’altro è annunciata la partecipazione di  gruppi  in rappresentanza  della zona di  Pavullo e del  Frignano, altri da Vignola ,Modena e Carpi, e per dare ancora di più  concretezza ad una festa allargata di sport.