Premiati dal sindaco di Modena Giorgio Pighi i nuovi Maestri del lavoro modenesi



cav_moSono stati accolti e premiati dal sindaco di Modena Giorgio Pighi, i nuovi Maestri del lavoro modenesi che sono stati insigniti della “Stella al Merito” da parte del Presidente della Repubblica. Agli uomini Pighi ha consegnato una medaglia con lo stemma del Comune, all’unica signora la medaglia della “Bonissima” in argento.

Alla cerimonia, che si è svolta nella sala del Fuoco di Palazzo comunale sabato 19 ottobre, hanno partecipato anche la presidente del Consiglio comunale Caterina Liotti, e i referenti delle ditte di appartenenza, oltre al consiglio provinciale della Federazione maestri del lavoro guidato da Meris Cantoni.

“La dedizione al lavoro, l’inventiva e la competenza sono caratteristiche particolarmente accentuate nel mondo produttivo modenese, affermatosi in Italia e all’estero, come propulsore dello straordinario sviluppo della nostra provincia”, ha detto il sindaco complimentandosi con i Maestri. “Non c’è dubbio che questa terra, la sua storia e le sue tradizioni siano propizie a una concezione del lavoro come valore – ha concluso Pighi – di cui i Maestri qui premiati, ai quali va la gratitudine di tutta Modena, sono indiscussi protagonisti”.

I nuovi Maestri del lavoro sono: Franco Babiloni di Zocca (Alfa Wassermann), Francesco Bellini di Marano sul Panaro (Maserati spa), Loris Franchini di Soliera (Box docce 2B spa), Gianni Ognibene di Medolla (Gambro Hospal spa), Mauro Tassinari di Bastiglia (Ferrari Erio & C.), Marco Padovani di Mirandola (Crawn Aereosols Italia) e i modenesi Maria Rosa Cipolli (Cna servizi Modena), William Ferrari (Telecom Italia), Claudio Lucchi (Brevini fluid power).

La decorazione è concessa a coloro che, superati i 50 anni e prestata un’attività lavorativa per almeno 25, si siano distinti per perizia, laboriosità e buona condotta morale.