Fallimento Icea Castelfranco Emilia: “i lavoratori si sentono abbandonati”. Domattina presidio davanti a Legacoop



«La Lega delle Cooperative avrebbe potuto intervenire in aiuto dei soci e lavoratori della cooperativa edile Icea di Castelfranco Emilia, fallita lo scorso aprile. Invece si è tirata indietro, nonostante Icea sia sempre stata associata a Legacoop». Lo affermano i sindacati delle costruzioni Filca-Cisl e Fillea-Cgil di Modena aderendo al presidio che i soci e lavoratori della cooperativa Icea hanno organizzato per domani – martedì 22 ottobre – alle 9.30 davanti alla sede della Lega delle Cooperative, in via Fabriani 120 a Modena. «Dopo che la procedura concorsuale ha visto il concordato preventivo trasformarsi in fallimento, la situazione si è ulteriormente aggravata – spiegano Marco Suffritti della Filca-Cisl e Simone Foresti della Fillea-Cgil – Per motivi burocratici le indennità della cassa integrazione non sono ancora state pagate; il ministero non ha ancora autorizzato la cig, impedendo alla Regione di erogare quella in deroga. Si è creato un circuito vizioso che sta mettendo in ginocchio una sessantina di famiglie». È a questo punto che i sindacati hanno sollecitato la Lega delle Cooperative a intervenire anche attraverso la sua finanziaria. Tramite una cessione di credito e con l’intervento tecnico di una banca, l’impegno era di erogare circa 3 mila euro a ogni lavoratore. «Legacoop in un primo tempo si è dichiarata disponibile, poi ha fatto saltare l’operazione “salva reddito”, nonostante la lunga militanza della cooperativa Icea nelle sue fila – accusano Suffritti e Foresti – Nasce anche da qui la rabbia dei lavoratori, che si sentono abbandonati pure da chi avrebbe potuto e dovuto soccorrerli, non fosse altro che per i valori di mutualità e solidarietà tipici della cooperazione. Il presidio di domani serve per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni su una situazione non più tollerabile», concludono i sindacalisti di Filca-Cisl e Fillea-Cgil.