Antenne a Fellegara: la posizione dell’amministrazione comunale di Scandiano



L’amministrazione comunale è disponibile al confronto e all’ascolto dei cittadini, in relazione ai problemi sorti per la richiesta di installazione di un’antenna in località Fellegara. Informalmente abbiamo già incontrato un gruppo di cittadini e recepito le loro istanze – ha ricordato l’assessore alla pianificazione del territorio del comune di Scandiano Claudio Pedroni -. Abbiamo anche lavorato con i gestori che presentano questo tipo di richiesta per convogliare le installazioni su aree pubbliche non impattanti per la cittadinanza, e siamo disponibili a tenere aperto il dialogo, a valutare altre aree pubbliche e a proporle di nuovo al gestore in un incontro che si terrà a breve proprio per fare il punto della situazione, anche in relazione al regolamento comunale sulle antenne. Ciò non esclude però che il piano antenne sul territorio è regolato in relazione al D. L. 198/2002 che ha introdotto nel nostro paese norme meno restrittive e maggiore libertà nel posizionamento di ripetitori per la telefonia mobile. La legge fissa a 70 metri la distanza minima dei ripetitori dalle abitazioni: se le compagnie telefoniche ottengono il via libera per l’installazione dagli organi di controllo preposti, l’amministrazione comunale – come si può evincere da tanta letteratura giuridica in merito – non ha alcun potere per bloccare l’installazione, pena non ottemperare quanto stabilito dalla Legge. Il vero auspicio è che cambi la normativa nazionale sulla installazione delle antenne, conferendo alle comunità locali più autonomia nella gestione dei propri territori.