‘Cose che ci governano’. Da novembre a dicembre, dodici autori bibliotecari per un giorno nel reggiano



BertiniNoriTutinoPer un momento non saranno libri, dischi o film a essere in prestito, ma le esperienze degli autori (scrittori, musicisti, disegnatori, attori), speciali bibliotecari per un giorno. L’edizione 2013 di Autori in Prestito, curata dallo scrittore Paolo Nori, ritorna – da novembre a dicembre – in dodici biblioteche della provincia di Reggio Emilia, con altrettanti autori che consegneranno al pubblico i loro personali consigli di lettura, ascolto e visione.

“Cose che ci governano” è il titolo-tema che ha guidato la costruzione della rassegna. Le cose che ci governano sono le opere (libri, film, dischi ecc.) che lasciano il segno su ognuno e formano così i nostri gusti e determinano le nostre scelte. E in questo senso, far compiere agli autori una ricognizione attorno alla letteratura, alla musica e alla cinematografia, con il deliberato obiettivo di riportare in luce – per dare in pasto al pubblico – un elenco di titoli, diventa un’occasione unica per guardare da vicino l’immaginario di ogni autore, ciò che pre-esiste alla sua produzione o che con questa stabilisce un rapporto. Scrive Nori: “Ho sentito a volte parlare di diritto romano, ma non saprei citare nessuna legge, nessuna norma di comportamento che derivi dal diritto romano, mentre mi è rimasta impressa una frase di Puškin: «Descrivi, e non fare il furbo», e mi viene da dire che io son più soggetto al diritto puškiniano, che al diritto romano”.

“Autori in Prestito – afferma l’assessore Mirko Tutino – è per la Provincia di Reggio Emilia un esempio importante di come sia possibile mettere in rete il territorio attraverso i servizi culturali, creando momenti di socialità e di approfondimento anche attraverso i grandi nomi della cultura. Le biblioteche sono il centro di una eccellenza sul nostro territorio e intendiamo così valorizzarne non solo il ruolo, ma le grandi potenzialità come centri di aggregazione, apprendimento e anche di ispirazione per i cittadini. Quest’anno, alla sua terza edizione, la rassegna è cresciuta molto, potendo contare anche sulla collaborazione di Paolo Nori come curatore artistico, e siamo lieti di portare su 12 comuni, dall’Appennino al Po, incontri non solo interessanti, ma originali, nel taglio e negli argomenti”.

“Se devo pensare ad una legge che ha cambiato il mio comportamento penso alle poesie di Rodari – afferma Paolo Nori, curatore della rassegna -. Le cose che ci governano non sono necessariamente quelle della politica ma son forse le passioni e chiediamo agli Autori In Prestito di raccontare le cose che li hanno governati. Abbiamo creato occasioni in cui scrittori, cantanti, poeti, compositori, disegnatori fanno cose che non sono abituati a fare, invitandoli uscire dalla propria routine. Andrò agli incontri a cui riuscirò a partecipare pensando <<chissà cosa succederà stasera>>”.

“Abbiamo avuto immediate adesioni da parte degli autori invitati – ha affermato Stefano Bertini di Arci -. Alla terza edizione abbiamo cercato di crescere e proponiamo undici nomi, insieme a quello di Paolo Nori, di tutto rispetto. Il format prevede una chiacchierata con l’autore in dialogo con il pubblico. I consigli saranno di libri, film, musiche, con gli approfondimenti che si potranno avere con il pubblico. Cominciamo martedì 29 con Paolo Nori in biblioteca Panizzi a Reggio Emilia. I consigli non saranno le “cose che governano” Paolo Nori, ma sarà una presentazione degli autori della rassegna”.

 

Dopo l’anteprima del 29 ottobre (ore 17,30) presso la Biblioteca Panizzi, in cui sarà proprio Paolo Nori il bibliotecario per un giorno, seguiranno Carlo Boccadoro (5/11, Guastalla), Carlo Lucarelli (6/11, Castelnovo ne’ Monti), Mariangela Gualtieri (8/11, Luzzara), Manuel Agnelli (9/11, Novellara), Michela Murgia (10/11, Albinea), Daniele Benati (23/11, Baiso), Sandrone Dazieri (24/11, Brescello), Ivano Marescotti (28/11, Casina), Ermanno Cavazzoni (30/11, Reggiolo), Makkox (7/12, Cavriago), Silvia Avallone (9/12, Campagnola Emilia).

Autori in Prestito è un progetto curato da Arci per l’assessorato alla Pianificazione, Cultura, Paesaggio, Ambiente della Provincia di Reggio Emilia, patrocinato dalla Regione Emilia Romagna e realizzato in collaborazione con le biblioteche coinvolte.

Autori in Prestito fa parte di un percorso culturale che l’assessorato provinciale da due anni fa ruotare attorno a Mappe Narranti, un contenitore che, nei paesi e nel comune capoluogo, muove segni, suoni e parole utili a chiudere un cerchio. Tra il territorio, il paesaggio e l’arte.