Dell’Orco (M5S): “Meno auto blu e più risorse per il Corpo dei Vigili del Fuoco”



sisma-vigili-fuoco“Meno auto blu e più risorse per il Corpo dei Vigili del Fuoco”. E’ quanto previsto da un emendamento presentato al decreto per la pubblica amministrazione da Michele Dell’Orco, deputato emiliano M5S. “Riteniamo – spiega Dell’Orco – che questo sia un vero principio di spending review che taglia il superfluo e sposta fondi là dove servono, tentando di porre rimedio ai danni fatti finora con i tagli lineari ai ministeri, che hanno danneggiato l’efficienza degli apparati amministrativi, soprattutto nelle emergenze, o con indiscriminati abbassamenti della percentuale dei meccanismi di turn over”.

“Anche per quantoriguarda il personale della PA– sostiene il parlamentare Cittadino- negli ultimi anni sono stati fatti tagli indifferenziati che hanno causato danni ai servizi per i cittadini. Il decreto sulla Pubblica amministrazione prevede ora 1000 nuove assunzioni nei vigili del fuoco, non sono molte se pensiamo che il Corpo è notoriamente sotto organico in tutta Italia ed è costretto a sopperire con circa 4000 richiami giornalieri di vigili volontari per questo, con un emendamento presentato, vogliamo assicurarci che la nuova forza lavoro venga destinata appunto dove più serve, ossia ai comandi provinciali che lavorano in tutti i contesti di particolare difficoltà operativa e di pericolo per l’incolumità delle persone ed in particolare a quelli che lavorano alla ricostruzione a seguito degli eventi sismici del maggio 2012 in Emilia”.

“La questione delpersonale e delle risorse dei Vigili del Fuoco – ricorda il deputato – era già stata posta nel cosiddetto “pacchetto terremoto del Movimento 5 Stelle”, ossia a una serie di atti parlamentari presentati il 19 settembre scorso per impegnare il Governo a risolvere velocemente problematiche che riguardano laricostruzione post sisma in Emilia. Il Movimento 5 Stelle –conclude Dell’Orco – non abbandona le battaglie a favore dei cittadini e ci auguriamo che anche la maggioranza in Aula sostenga questi emendamenti e, per una volta, sappia dimostrare buon senso”.