Martedì lezione di Luca Scuccimarra in diretta web alla biblioteca dei Cappuccini di Reggio



Luca-Scuccimarra“Tra civiltà e barbarie – Universalismo e imperialismo nell’età delle scoperte geografiche” è il titolo della lezione di Luca Scuccimarra che sarà trasmessa martedì 29 ottobre, alle 17.30, nella sala conferenze della Biblioteca dei Cappuccini di Reggio (piazza Vallisneri, 1), in diretta livestream dalla Fondazione Collegio San Carlo di Modena. E’ il terzo di sette appuntamenti del ciclo “Guerra e pace. Storia e teoria di un’esperienza filosofica e politica”, organizzato dal Centro Culturale della Fondazione.

Luca Scuccimarra è professore di Storia delle dottrine politiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma ed è membro del direttivo dell’Associazione italiana degli storici delle dottrine politiche. Nella sua attività di ricerca si è occupato di storia del pensiero politico moderno e contemporaneo, studiando l’evoluzione dei concetti di cittadinanza, rappresentanza e legittimazione. Si è concentrato inoltre sui fondamenti del cosmopolitismo e sull’analisi storica delle modalità di costruzione dell’identità politica moderna. Tra i suoi libri si segnala sul tema della conferenza “I confini del mondo. Storia del cosmopolitismo dall’antichità al Settecento” (2006 – Il Mulino).

“Sembrano essere due – spiega Luca Scuccimarra – i decisivi passaggi evolutivi sperimentati nella letteratura della seconda metà del Cinquecento: da un lato, la progressiva separazione tra il linguaggio della cristianità e il linguaggio della civiltà, sino a quel momento tendenzialmente sovrapposti nella valutazione delle forme di vita extraeuropee; dall’altro la sempre più esplicita tematizzazione di quel nesso tra unità e diversità dell’esperienza umana, che sarebbe divenuto il tema centrale del nuovo discorso etnoantropologico occidentale. Entrambi i passaggi appaiono, in realtà, strettamente legati a una radicale revisione del concetto di barbarie ereditato dalla cultura tardo-medievale, una nozione che all’inizio del XVI secolo rappresentava ancora l’ordinario strumento categoriale per relazionarsi a tutto ciò che esulava dall’orizzonte di senso dell’Europa cristiana”.

Il ciclo di lezioni gode dell’accredito ministeriale per la formazione del personale della scuola (DM 18 luglio 2005). Anche chi assiste alla diretta via web nella Biblioteca dei Cappuccini può ricevere, se lo desidera, l’attestato di partecipazione valido come aggiornamento professionale per gli insegnanti e credito formativo per gli studenti.