Sassuolo, cimice Halyomorpha Halys: appello ai cittadini a segnalarne la presenza



cimice-Halyomorpha-HalysE’ innocua per l’uomo ma può provocare seri danni all’agricoltura ed a molte piante che vivono negli orti o nei giardini della nostre case. Si tratta della cimice Halyomorpha Halys che ha già provocato ingenti danni nel nord degli Stati Uniti ed il cui arrivo in Italia, ed in particolare in provincia di Modena, in aree di frutticultura intensiva, sta generando particolare apprensione. Come tutte le altre cimici, anche questa tipologia emette un odore sgradevole. A parte il fastidio, non punge e non trasmette malattie all’uomo, pur risultando particolarmente minacciosa per un’ampia varietà di specie coltivate e spontanee, in particolare Fabacee e Rosacee, con una predilezione per piante arboree e arbustive.

La presenza dell’insetto nei nostri ambienti è motivo di preoccupazione per le conseguenze che potrebbe avere una sua diffusione incontrollata nel territorio regionale.

Per questo il Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia, ha attivato un monitoraggio per verificare l’effettiva consistenza e diffusione delle popolazioni di questa cimice nelle aree di segnalazione.

In questo periodo gli adulti di cimice H. halys si aggregano per cercare posti riparati dove svernare, ed è quindi probabile che vengano avvistati all’interno di abitazioni, magazzini, garage. Per questo è importante la collaborazione di tutti i cittadini invitati a segnalare, e possibilmente a documentare, l’eventuale presenza della cimice agli uffici addetti al monitoraggio.

Le segnalazioni possono essere inviate seguenti indirizzi mail: mbariselli@regione.emilia-romagna.it – lara.maistrello@unimore.it.

Sul sito web del Comune di Sassuolo è stato pubblicato ed è scaricabile l’opuscolo informativo, corredato da immagini sulla cimice e da indicazioni sul come riconoscerla.

Per maggiori informazioni, si può consultare il seguente sito internet della Regione: www.agricoltura.regione.emilia-romagna.it/fitosanitario