Spacciatore di marijuana inseguito e fermato in via Poletti a Modena



MunicipaleUn 19enne ghanese è stato fermato venerdì scorso in via Poletti da agenti della Polizia municipale di Modena, addosso gli hanno trovato una decina di confezioni di marijuana pronte per la vendita e denaro frutto dello spaccio. Nel pomeriggio di venerdì 25 ottobre il Nucleo problematiche del territorio della Municipale modenese ha svolto un servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di droga in via Poletti. Nonostante il tentativo di fuga, reso vano dall’inseguimento portato a termine da un agente, è finito in manette O.C. Nel corso dell’operazione alcuni stranieri, frequentatori abituali della zona, sono stati identificati.

A metà pomeriggio gli agenti in borghese hanno notato un assembramento di giovani di colore appena usciti da un negozio etnico poco distante dall’incrocio con viale Reiter, alcuni con bottiglie di birra in mano, altri che in sella a biciclette compivano alcuni giri nelle vie limitrofe, forse per controllare l’eventuale presenza delle forze dell’ordine.

Uno di loro, O. C., dopo aver confabulato con un connazionale e avergli mostrato un sacchetto nero con dentro la Marijuana si è allontanato dal gruppo. Lo straniero è stato però sorpreso mentre tentava di vendere droga a due italiani. E’ stato inseguito, fermato e denunciato per detenzione di droga ai fini spaccio.

Il servizio effettuato dal nucleo specializzato nella repressione di questo crimine è stato effettuato anche grazie agli esposti presentati da residenti che segnalavano da tempo la presenza di stranieri nulla facenti che consumavano alcolici tenendo comportamenti poco educati.

Il fermo del giovane ghanese è l’ennesimo segnale – fanno sapere dal comando di via Galilei – dell’attenzione che la Municipale presta quotidianamente per contrastare i fenomeni di degrado e microcriminalità presenti sul nostro territorio. Con il fermo di venerdì sono ormai quattro gli spacciatori scoperti in due meno di due settimane, tre soltanto in quest’ultimo periodo, due tunisini di 25 e 30 anni, un italiano di 17 anni e il ghanese diciannovenne. I primi tre sono stati arrestati nei pressi di istituti scolastici durante il passaggio degli studenti.