Vergato, bimba di 9 anni chiama i carabinieri: “Correte! Papà picchia la mamma!”



violenza_donneI Carabinieri della Compagnia di Vergato hanno denunciato un 41enne ghanese per lesioni personali. Alle ore 19:30 di ieri sera la centrale operativa del 112 ha ricevuto una telefonata da parte di una bambina di 9 anni che chiedeva aiuto: “Correte! Correte! Papà picchia la mamma!”. Due pattuglie dell’Arma hanno raggiunto l’indirizzo di residenza da cui era partita la chiamata e hanno trovato una donna di colore seduta per terra ai lati della carreggiata che urlava a squarcia gola a causa di una profonda ferita alla mano da cui fuoriusciva sangue. La donna, 48enne del luogo, era preoccupata per l’incolumità delle sue figlie, una di sei e l’altra di 9 anni, rimaste in casa con il padre, l’uomo che pochi minuti prima l’aveva ridotta in quelle condizioni perché in preda a un raptus di gelosia. I Carabinieri sono entrati nell’appartamento, hanno messo al sicuro le bambine e hanno accompagnato il 41enne in caserma per ulteriori accertamenti. La bambina più grande, quella che aveva allertato il 112, ha riferito ai Carabinieri che il padre aveva picchiato ripetutamente la madre con un bastone di ferro che aveva successivamente nascosto nel garage. L’oggetto recuperato dai Carabinieri, ancora macchiato di sangue e piegato a un’estremità, è un tubo di metallo rivestito in plastica, di quelli utilizzati negli armadi per appendere gli abiti. La lite, infatti, era scaturita nella stanza da letto dove l’uomo, nell’impossibilità di trovare altri attrezzi per percuotere la moglie si era adattato con il bastone preso dall’armadio. La donna, visitata dai sanitari del 118 di Vergato, è stata trasportata presso l’ospedale Maggiore di Bologna per un intervento chirurgico all’arto. Per lei 30 giorni di prognosi. Il 41enne ha precedenti di polizia per reati contro la persona.