Bologna, sicurezza stradale negli incroci pericolosi: 10 nuovi ‘stars’ per il rispetto del semaforo rosso



stars-semaforicoE’ stato approvato il progetto esecutivo e a breve partirà la gara per l’acquisto e l’installazione di 10 nuove fotocamere per il controllo e sanzionamento automatico dei veicoli che passano col semaforo rosso (di cui 6 costituiscono la fornitura di base e 4 saranno oggetto di offerta migliorativa da parte delle aziende partecipanti).

Le nuove postazioni di rilevazione delle infrazioni semaforiche consentiranno di potenziare in modo significativo il sistema “STARS” (Sanzionamento Transiti Abusivi Rosso Semaforico), che conta attualmente 27 dispositivi diffusi in diverse zone della città e che in questi anni, grazie alla sua efficacia deterrente, ha portato notevoli benefici in termini di miglioramento della sicurezza stradale. Negli incroci telecontrollati, infatti, rispetto a prima dell’attivazione del sistema si sono registrati in media un dimezzamento del numero di incidenti (da 510 a 248), un calo del 54% delle persone ferite (da 771 a 358) e un azzeramento dei morti (da 6 a 0), a dimostrazione che la certezza di multe e punti persi sulla patente spinge gli automobilisti al rispetto delle regole.

I nuovi dispositivi verranno montati nel corso del 2014 in alcuni degli incroci più critici per il mancato rispetto del rosso semaforico, selezionati in base all’analisi dell’incidentalità degli ultimi anni:

via Mazzini intersezione con via Laura Bassi via Emilia Ponente intersezione con via della Pietra via della Repubblica intersezione con via Ruggeri via Stendhal intersezione con via Lipparini via Sandro Pertini intersezione via Emilia ponente viale Gandhi intersezione con via Marzabotto piazza di Porta San Mamolo intersezione con via San Mamolo piazza di Porta San Mamolo intersezione con via D’Azeglio via Toscana intersezione con via Filippini via Corticella intersezione con via Calvart.

In base alle statistiche disponibili, in questi incroci nell’arco temporale tra il 2000 e il 2012 si sono verificati complessivamente 385 incidenti stradali, con 567 feriti e 4 morti, e il 17% degli scontri, il 25% dei deceduti e il 20% dei lesionati è stato causato proprio dal mancato rispetto del semaforo rosso.

L’assessore alla Mobilità Andrea Colombo commenta: “I nuovi STARS serviranno a migliorare la sicurezza stradale di tutti, imponendo l’effettivo rispetto del rosso semaforico in alcuni degli incroci più pericolosi della città, e dunque a salvare vite umane, come testimonia tra l’altro l’azzeramento del numero di morti e il dimezzamento degli incidenti ottenuti grazie alle fotocamere attivate in altri ‘punti neri’ negli scorsi anni. In una città civile non è tollerabile che per guadagnare qualche secondo si metta in pericolo la vita propria e altrui: quelli provocati dal passaggio col semaforo rosso non sono infatti ‘incidenti’ frutto del caso, ma comportamenti irresponsabili che possono e devono essere stroncati”.

A conferma della finalità di deterrenza e prevenzione degli incidenti, anche i nuovi dispositivi, come d’altra parte quelli esistenti, saranno segnalati da appositi cartelli, a norma del Codice della strada, installati in prossimità degli incroci.

I nuovi Stars saranno costituiti essenzialmente da un sistema di ripresa (macchina fotografica o telecamera) e da sensori (fisici o virtuali), rileveranno il passaggio di tutti i veicoli a motore a due e quattro ruote, e saranno in grado di fotografare le targhe in qualunque condizione di illuminazione (diurna e notturna) e meteo (pioggia, nebbia, etc.).

Il sistema rileverà i veicoli che attraversano l’intersezione con luce semaforica rossa accesa, producendo almeno due foto che documentano il passaggio nonostante il semaforo rosso.

Le foto riporteranno il giorno, l’orario e da quanto tempo – in decimi di secondo – era rossa la lanterna semaforica quando il veicolo è transitato lungo la linea di arresto; inoltre, per evitare erronei sanzionamenti, il sistema sarà programmato per non attivarsi qualora il veicolo risulti fermo, in fila o in partenza per liberare l’incrocio.

A garanzia del cittadino, infine, l’infrazione verrà comunque visionata e convalidata manualmente dall’agente di Polizia Municipale che controlla le foto e quindi verifica che non vi siano state anomalie di funzionamento.

 

Va ricordato infine che, in base all’art. 146 comma 3 del Codice della strada, passare col rosso al semaforo comporta una sanzione amministrativa da 162 a 646 euro, nonché la decurtazione di 6 punti dalla patente.