L’Istituto Baggi di Sassuolo leader del Progetto europeo ‘Comenius’ sulla sostenibilità



Caselli-DegliEsposti-BuffagL’analisi, lo studio e l’applicazione di principi e buone pratiche sul tema della Sostenibilità esaminata sotto gli aspetti della qualità della vita, dell’energia, dello spreco di risorse e del rapporto tra etica ed economica, sono gli ingredienti alla base dell’azione locale elaborata dall’Istituto Tecnico Statale Commerciale e per Geometri “A. Baggi” di Sassuolo e denominata “Green, Glocal and Generous, nell’ambito del Progetto europeo Comenius.

Un progetto, quello proposto dall’Istituto Sassolese, della durata di due anni, ammesso a totale finanziamento comunitario, che vedrà impegnati, in rete, sia attraverso la comunicazione e lo scambio di informazioni on-line, sia attraverso l’incontro in meeting internazionali, studenti degli Istituti superiori di secondo grado quattro Paesi europei, Polonia, Slovacchia e Germania.

Il lavoro degli studenti sul tema della sostenibilità costituirà la specifica azione del progetto Comenius, che insieme al programma Leonardo Da Vinci, al progetto Erasmus ed al programma Grundtvig, fa parte del Lifelong Learning Programme.

“Le azioni Comenius, che gli studenti Sassolesi porteranno avanti insieme ai loro ‘colleghi’ europei sul tema della sostenibilità – spiega la Prof.ssa Daniela Degli Esposti, che insieme alla Prof. Maria Cristina Medici coordina il progetto – costituiranno così lo strumento specifico di confronto, di supporto e di lavoro per il raggiungimento degli obiettivi del progetto generale ‘Comenius’ volto a garantire lo sviluppo e la formazione scolastica, per aiutare i giovani e il personale docente a comprendere meglio le culture europee, le diverse lingue ed i valori, favorendo al contempo una maturazione individuale.

Un obiettivo condiviso ed al centro da tempo delle azioni formative dell’Istituto Baggi dove in tutti i corsi l’inglese è presente come prima lingua straniera e dove il team di insegnanti ha proposto agli studenti, per l’anno scolastico in corso, diversi progetti di grande valenza formativa, ma insieme divertenti e motivanti, come appunto il Progetto Comenius. Lo scopo è sviluppare una rete di contatti internazionali, lavorando su un tema specifico come quello della sostenibilità, che culminerà con lo scambio di visite tra gruppi di studenti Sassolesi e coetanei di altri paesi europei”

Il primo meeting internazionale, nel quale docenti e studenti delle diverse nazioni coinvolte si conosceranno personalmente e si confronteranno sullo stato di avanzamento del progetto e dell’attività dei gruppi di lavoro, si svolgerà a Sassuolo dal 16 al 23 marzo 2014. Nei due anni di attività ne seguiranno altri in Slovacchia, Polonia e, ultimo, in Germania, nel 2015.

Attualmente, nel biennio dell’Istitut,o è attiva una fase propedeutica di approfondimento su tematiche energetiche. Nelle classi 3° e 4° si approfondiscono invece gli aspetti specifici relativi alle certificazione, normative e bilanci sociali.

“L’interessante lavoro sul tema della Sostenibilità da realizzarsi in lingua inglese dagli studenti guidati dai docenti dell’Istituto Baggi – ha affermato l’Assessore alle Politiche Giovanili e all’ambiente Francesca Buffagni – pone ancora una volta Sassuolo come referente e leader di un Progetto Europeo nel campo dell’istruzione. I Programmi Europei destinati ai Giovani hanno il merito di offrire opportunità di scambio culturale, di percorsi formativi e di studio all’estero che l’Europa propone ogni anno agli studenti degli istituti superiori e universitari.

Opportunità che come Comune, siamo impegnati a raccogliere e a divulgare, in collegamento ed in sinergia soprattutto con le scuole. Anche in questo campo c’è tanto da fare. Molti docenti segnalano ancora un pò di diffidenza, spesso generata dalla non sufficiente conoscenza, da parte delle famiglie, rispetto alle grandi opportunità offerte dai progetti Europei come Comenius che garantiscono agli studenti esperienze di studio internazionali totalmente finanziate.

L’invito ai genitori e agli studenti interessati è quello di informarsi attraverso i propri docenti, all’interno delle scuole, o direttamente all’ufficio Europa del Comune di Sassuolo”.

Gli indirizzi ai quali rivolgersi: mail: europa@comune.sassuolo.mo.it Tel: 0536-1844810

 

foto della Prof. Degli Esposti, dell’Assessore alle politiche giovanili, Francesca Buffagni, insieme al Sindaco Luca Caselli