Nonantola, il 6 novembre prende il via la nuova stagione di Salto nel Suono



A Nonantola è tutto pronto per la nuova stagione di Salto nel Suono, la rassegna ideata dalle “Officine Culturali” del comune che anche quest’anno proporrà suoni, immagini e letture dedicate all’incontro tra le arti. Gli incontri si svolgeranno tutti i mercoledì sera dal 6 novembre al 16 aprile presso la Fonoteca in piazza Liberazione, ma anche in Biblioteca o al Teatro Troisi. La rassegna inizia con l’omaggio a Giorgio Gaber proponendo due appuntamenti consecutivi; il 6 novembre l’appuntamento è con Nando Mainardi. Il titolo della serata è “C’è solo la strada” e si ripercorrerà la produzione teatrale e musicale di Giorgio Gaber negli anni Settanta. E’ all’inizio di quel decennio, infatti, che Gaber sceglie di dismettere gli abiti del cantante popolare e di successo, di rompere con il mercato discografico e con il circuito televisivo e di dedicarsi interamente al teatro. Gaber e Luporini, suo coautore storico, partono dallo schema del “recital”, sulla scia degli chansonnier francesi, per approdare ad un genere espressivo, artistico e musicale totalmente nuovo, il “teatro canzone”, in cui brani musicali e monologhi si alternano fino a far saltare ogni confine e a fondersi in un tutt’uno. Il “teatro-canzone” diventa una vera e proprio finestra sul mondo; uno spazio in cui Gaber e Luporini si occupano di sociologia, psicoanalisi e politica; un’occasione per provare ad interpretare e capire il proprio tempo. il “teatro canzone” rappresenta un affresco straordinario di ciò che è stato il nostro Paese negli anni Settanta, una sorta di elaborazione critica “in presa diretta” di ciò che animava in quegli anni milioni di giovani.