Piloti in cattedra per insegnare ai giovani. Fa tappa giovedì a Bologna il Sara Safe Factor 2013



Andrea-Montermini-SSFFa tappa giovedì 7 novembre a Bologna il Sara Safe Factor 2013, il progetto formativo itinerante che ha come obiettivo richiamare l’attenzione dei giovani in età da patente sulla sicurezza stradale. Un tour nelle scuole superiori che tocca tutta la penisola, per sensibilizzare al rispetto delle regole tanti ragazzi che talvolta si mettono al volante in modo poco consapevole.

L’iniziativa, che vede in prima linea Sara Assicurazioni – Compagnia Assicuratrice ufficiale dell’ACI – insieme ad ACI Sport e ad Automobile Club Bologna, porta in cattedra un “professore” d’eccezione: il pilota di F1 Andrea Montermini. Perché un conto è sentirsi invitare alla prudenza da genitori o insegnanti, altro è se campioni automobilistici che hanno fatto della guida sicura la loro bandiera ti insegnano che “in strada come in pista vincono le regole”.

Sara Safe Factor è un progetto educativo di elevato valore sociale che ha meritato il patrocinio del Dipartimento della Gioventù. Da quest’anno può contare anche sulla sinergia con Ready 2 Go, il network di Scuole Guida della Federazione ACI che contribuisce a formare una nuova generazione di automobilisti consapevoli dei comportamenti da seguire per una guida corretta, attenta ed ecologica, anche attraverso l’uso di simulatori di guida che saranno a disposizione degli studenti.

Ventuno gli appuntamenti in calendario per l’anno scolastico 2013/2014. La tappa di Bologna sarà giovedì 7 novembre alle 9 nell’Aula Magna dell’IIS Belluzzi Fioravanti (via Cassini 3), dove si ritroveranno oltre 300 studenti delle ultime classi dell’istituto. Protagonista sarà Andrea Montermini, insignito dal CONI della medaglia di bronzo al Valore Atletico per i brillanti risultati conseguiti in carriera, che mostrerà ai ragazzi le regole base della guida sicura. Accorgimenti e informazioni che possono salvare la vita: dalla corretta posizione di guida a come si impugna il volante o si regola il poggiatesta, a come si esegue una frenata di emergenza o si controlla una curva malriuscita. Senza dimenticare di portare come esempi storie e aneddoti del mondo delle corse, che spesso valgono più di mille slide.

Dopo i saluti di Simonetta Lobrutto, Dirigente della Polizia Stradale di Bologna, prenderanno la parola il Direttore Marketing di Sara Assicurazioni, Marco Brachini, il Direttore Generale di ACI Sport, Marco Rogano e il Direttore AC Bologna, Daniele Bellucci, che illustreranno le finalità del progetto e i più recenti dati ACI Istat sui sinistri in Italia. Il 45% degli incidenti stradali è imputabile a pochi comportamenti sbagliati, quali la guida distratta, l’eccesso di velocità e la mancata precedenza. Migliorando il livello di attenzione si potrebbe arrivare a dimezzare il numero dei sinistri, che purtroppo in Europa sono ancora la prima causa di morte per i giovani tra i 20 e i 24 anni. Il trend però è incoraggiante: è in calo (-2,7%) il numero degli incidenti, così come quello dei morti (-5,6%) e dei feriti (-3,5%) sulle strade.

“Sono oltre 40.000 i giovani coinvolti fino a oggi nel progetto Sara Safe Factor – dichiara Marco Brachini, direttore marketing di Sara Assicurazioni – un numero in costante crescita anche grazie all’utilizzo di Facebook: oggi la pagina dedicata all’iniziativa conta oltre 14.000 likers. Crediamo molto in questo progetto, che portiamo avanti in forme diverse ormai dal 2005”.