Venerdì al Teatro Herberia di Rubiera David Riondino in ‘Fermata provvisoria’



David-RiondinoVenerdì 8 novembre 2013 alle ore 21 al Teatro Herberia di Rubiera, David Riondino, già ospite nella passata stagione, è protagonista nel nuovo recital Fermata provvisoria, prima di entrare nel merito, di e con David Riondino e con Paolo Ceccarelli alla chitarra, Giano Produzioni, in collaborazione con La Corte Ospitale. Una chitarra, una sedia, un leggio costituiscono la sua formula essenziale e vincente per raccontare storie che si intrecciano tra loro, in luoghi e tempi diversi. Riondino è un menestrello di oggi, che come quelli del passato, si ispira alla radice popolare di ogni letteratura per raccontare storie; il suo è un lavoro comico che trova applausi e l’ilarità sulla base di una ricerca storica e letteraria, in una continua attività di reinvenzione e riscrittura.

Dice di lui Osvaldo Guerrieri de La Stampa: “Lo guardi e ti sembra un comico per caso. Anzi neanche un comico, perché ti appare troppo colto per la sua categoria, perche non si lascia scappare neanche una parolaccia e perché non accenna mai a quelle parti anatomiche che molti suoi colleghi considerano indispensabili allo scatenamento dell’applauso. Lo spettacolo Fermata Provvisoria è uno spettacolo preciso ed impreciso, dato che ci siamo e non ci siamo … con chitarra sedia e leggio va all’incontro con se stesso, scende al nocciolo popolare di ogni letteratura, lascia scorgere il proprio lavoro di reinvenzione e riscrittura. David Riondino è una forma formalizzata in acido toscano. Ed è qui il suo segreto”.

 

David Riondino è autore, cantautore, scrittore. Nasce artisticamente con la generazione dei cantautori degli anni Settanta, componendo canzoni e pubblicando dischi. Da allora, la sua attività spazia tra musica, scrittura, televisione, radio e cinema. Sfuggito grazie alla sua poliedricità ai più comuni cliché artistici, definisce l’intellettuale “una persona fisica, che comunica, che partecipa, che sa trasformare la sua esperienza in qualcosa che serva anche agli altri, che non trasforma il sapere in potere, che ha un’idea sentimentale del comunicare” ed è alla ricerca di un nuovo linguaggio, “la perfetta commistione tra musica, scrittura e disegno”. Il teatro resta comunque la sua attività principale, un teatro all’insegna della commistione di generi fra poesia, satira, testi classici e musica dal vivo. Da alcuni anni, si occupa del recupero della tradizione orale e in toscana ha costituito la Fondazione Accademia dell’Ottava. Nel 2012 ha prodotto il film Venezia Salva con la regia di Serena Nono.

Il prezzo del biglietto va da 8 euro a 14 euro. Sono previste agevolazioni per gli studenti universitari di Modena e Reggio Emilia, i soci Arci e i soci Coop. La prevendita si effettua presso gli uffici della Corte Ospitale oppure sul sito www.vivaticket.it.

Per informazioni: La Corte Ospitale, Tel. 0522 621133, ufficiostampa@corteospitale.org – www.corteospitale.org