Aimi (FI): L’ombra delle difficoltà del Novi Park dietro l’aumento fino al 40% delle tariffe per la sosta a Modena


parcheggio-modenaQuesto il commento dell’ avvocato Enrico Aimi, Coordinatore Provinciale di Forza Italia, all’annuncio dell’aumento delle tariffe per la sosta nelle aree regolamentate da parchimetro intorno al centro di Modena.

“E dire che l’amministrazione di sinistra ci aveva raccontato che si sarebbe impegnata per aiutare la Citta’ in crisi dopo gli errori commessi con il piano parcheggi. Meno male perche’ di nuovi balzelli si sentiva proprio la necessita’: soprattutto l’avvertivano i cittadini e i commercianti ! Un bel regalo di Natale innescato come un ordigno ad orologeria sotto la ghirlandina: ma che bisogno c’era in un momento di drammatica crisi di taglieggiare ancora di piu’ modenesi, commercianti, turisti ? A pensar male a volte ci si azzecca e allora il sospetto e’ che se le “compere” -come si dice da queste parti – non le si fanno in Centro perche’ non si trova parcheggio, ovvero perche’ quest’ultimo costa troppo, allora e’ meglio dirigersi altrove, e lasciamo alla fantasia di chi legge immaginare dove. Un altro sospetto e’ che al Novi Park le cose non vadano poi cosi’ bene e allora gli aumenti appaiono un po’ come la toppa sul buco. Insomma il Centro Storico e’ agonizzante, abbandonato alle costosissime politiche di “inclusione sociale” da una parte e alle vessazioni dei gabellieri dall’altra. Modena lentamente svanisce nell’indifferenza dei piu’ – ha concluso Aimi – e quando ci domanderemo com’e’ stato possibile finire da Capitale del Ducato a quella del degrado, non vorrei che per qualcuno bastasse guardarsi allo specchio.