Silvia Razzoli ed Enzo Fontanesi presentano domani a Cavola la commedia comico-dialettale “S’en ga fusa mia la mama …”


Razzoli-FontanesiProsegue al Cavolaforum la stagione teatrale con una coppia di eccezione: Silvia Razzoli ed Enzo Fontanesi che presentano – domani sera 28 Febbraio alle ore 21,00 –  la commedia comico dialettale “ S’en ga fusa mia la mama …”. 

Questa commedia, in modo un po’ scanzonato, tenta di evidenziare il prezioso ruolo delle mamme, induce a sorridere sulle esagerazioni e mal controllate possibilità che il progresso ci offre: accesso costante al mondo virtuale, partite di calcio a tutte le ore e tutti i giorni ecc.. ma ci induce anche a cogliere il bisogno e la possibilità di piccole e grandi condivisioni che rendono la vita sociale un bene prezioso.

Quadretto di famiglia tipicamente contemporaneo in cui gli uomini, si sa, sono molto presi da molti (si fa per dire) problemi e interessi: calcio, televisione, amici, bar…. E quando c’è una partita può succedere di tutto, ma per gli uomini il mondo si ferma.

Se il marito, Ugo, così preso dai suoi due problemi, “va in oca” per ben poco, non pensa ad educare il figlio; se il figlio, Ettorino, subisce l’effetto di tutte le tecnologie, telefonini, chat e mondo virtuale tanto da indurlo a perdere il già poco contatto che riesce a stabilire con la realtà; se il figlio un po’ lento, non trova lavoro, non trova moglie, non trova una sistemazione; se c’è da tenere la pace in famiglia; se il parroco impegnato nel sociale, con tanta volontà di fare ma, per fare serve aiuto, è sempre lei che si spende in prima linea: quella santa donna della mamma.

Un incalzante avvicendarsi di quadretti umoristici che con un ritmo sostenuto, con paradossi e retropensieri suscitano l’immediata risata, ma al contempo lasciano un leggero retrogusto di riflessione e una chiave di lettura per temi cogenti della contemporaneità.

Insomma tutti hanno un bel da dire, ma a risolvere concretamente i problemi in casa e fuori è sempre lei: la mamma, almeno quella di una volta!

Testo, regia, interpretazione di Enzo Fontanesi e Silvia Razzoli.