La musica lirica al Boiardo di Scandiano


Giulia-ManicardiAnche la musica lirica è tra le proposte del teatro Boiardo di Scandiano per una stagione, quella in corso, che cerca di offrire spettacoli per un pubblico diversificato che proviene anche dai territori limitrofi.

Tante finora le proposte che hanno soddisfatto i gusti più diversi, dagli Oblivion con il loro spettacolo “Oblivion show 2.0: il Sussidiario” che ha aperto a novembre 2013 la nuova stagione a cura di ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione, nuovo gestore dello spazio scandianese, passando per i grandi classici come Pirandello e Goldoni magistralmente interpretati rispettivamente da Sandro Lombardi e Roberto Valerio tra gli altri, senza tralasciare il teatro di narrazione con Ascanio Celestini e il teatro contemporaneo con Stefano Benni e offrendo anche momenti più ludici come quello proposto a febbraio con lo spettacolo “Battito” con danze flamenche, del sud Italia e danze tribali africane e momenti di riflessione come quello proposto oltre che al pubblico serale anche alle scuole dallo spettacolo “Himmelweg. La via del cielo” rappresentato in occasione della Giornata mondiale della Memoria.

Martedì 18 marzo è dunque la volta della musica lirica italiana con un concerto fuori abbonamento che prevede l’esecuzione di alcune delle più celebri arie del repertorio lirico italiano e dei cori più emozionanti. Sul palcoscenico paola Cigna, soprano, Alejandro Escobar, tenore, il Coro Luigi Gazzotti di Modena e accompagnati al pianoforte da Elisa Montipò e diretti da Giulia Manicardi.

I brani vengono inseriti nel loro contesto eseguendo le scene introduttive: in questo modo anche con il semplice accompagnamento del pianoforte, viene esaltata la funzionalità teatrale di questi capolavori e si ottiene una maggiore varietà musicale.

In occasione del bicentenario dalla nascita di Giuseppe Verdi, gran parte della serata sarà dedicata alle opere del compositore di Busseto, con brani tratti da I lombardi alla prima crociata, La traviata, Rigoletto e Nabucco.

Il costo del biglietto intero è di Euro 12, ridotto Euro 11 per gli abbonati alla rassegna cinema d’essai, i soci Coop e i soci cooperativa Azzurra.