Ex Hotel Holiday Inn Modena, l’Assessore Marino risponde ad una interrogazione: “avviati i lavori di risanamento”


La scorsa settimana è avvenuto il passaggio di consegne anche formale tra la società che gestiva l’ex Hotel Holiday Inn e la nuova proprietà, la società Beni Stabili Property Service con sede a Roma. La nuova proprietà ha già dato inizio ai lavori di bonifica e al ripristino delle chiusure degli accessi allo stabile e al parcheggio privato.

Lo ha comunicato l’assessore ai Lavori pubblici e Politiche delle sicurezze Antonino Marino rispondendo all’interrogazione urgente di Sandro Bellei (FI-Pdl) riferita a un “esposto” presentato dai cittadini della località Tre Olmi al Comune in cui “si denuncia che un hotel sulla vicina autostrada, l’Holiday Inn, ora chiuso e abbandonato da mesi, è diventato il riparo di criminali che impunemente commettono furti e rapine a danno degli abitanti della zona”.

L’assessore ha chiarito che quella giunta al settore Manutenzione e già al vaglio dei tecnici dell’assessorato all’Ambiente, è la “richiesta di potenziare l’illuminazione pubblica al fine di scoraggiare azioni illecite”. Marino ha anche spiegato che l’ex Hotel Holiday Inn “è seguito da mesi dalla Polizia Municipale ed è sottoposto a periodici controlli (l’ultimo l’1 aprile) in collaborazione con il Posto di Polizia Centro nell’ambito delle attività previste dal Protocollo d’intesa siglato presso la Prefettura e pur non essendo mai stati travati occupanti all’interno, è evidente che lo stabile, facilmente accessibile nonostante il servizio di vigilanza privato, è stato utilizzato per pernottamenti e bivacchi”.

L’interrogante Bellei ha auspicato che “la nuova proprietà possa migliorare l’illuminazione dell’area, ma nel frattempo – ha detto – è necessario intensificare i controlli notturni da parte della Polizia municipale, perché è evidente che gli occupanti vi si introducono di notte e i residenti della zona sono stanchi per una situazione evidentemente grave che speriamo possa migliorare con il passaggio di proprietà”.