Il 2 maggio al Teatro di Casalgrande la presentazione del Codice Etico dello Sport


Teatro_De_Andre_CasalgrandeVenerdì 2 maggio 2014 alle 21 nel Teatro De Andrè di Casalgrande, vi sarà la presentazione del “Codice Etico Sportivo di Casalgrande”. Saranno presenti diversi ospiti: Andrea Abodi, manager e dirigente sportivo e presidente della Lega di Calcio serie B, Giuliano Razzoli, Stefano Baldini, Fabio Azzolini, Luca Palazzi campione arcieri Orione e tutti i rappresentanti del mondo del volontariato sportivo di Casalgrande. Il codice etico ha ottenuto i patrocini del Ministero dello Sport, della Regione, del Coni, della Federazione Italiana Giuoco Calcio, e di diverse federazioni ed enti di promozione sportiva.

Per l’assessore Marco Cassinadri: «A Casalgrande abbiamo lavorato da due anni su questo codice in collaborazione con tutte le società sportive del comune sotto la supervisione del dott. Francesco Zappettini psicopedagogista, psicologo dello sport e psicoterapeuta. Con “Crescere nello sport e nella vita: percorsi di riflessione e condivisione con dirigenti e tecnici” abbiamo cercato di evidenziare le aspettative dei ragazzi, l’analisi delle cause degli abbandoni precoci della pratica sportiva, il significato della parola “disciplina”, l’analisi delle aspettative dei genitori e della società sportiva oggi, l’auto valutazione da parte sia degli allenatori sia delle società sportive stesse, metodologie di gestione delle differenze di talento all’interno del gruppo e analisi del potere all’interno del gruppo stesso, i diversi punti di vista della gestione della sconfitta (atleta/allenatore/dirigente) per definire il significato della performance con: “lo sport educa se…”.

Ci siamo mossi avendo a cuore il binomio sport e formazione, due dimensioni complementari e inscindibili ed abbiamo proceduto nella trattazione dei significati condivisi per un approccio responsabile alla relazione interpersonale; il valore della volontà costruttiva nell’azione quotidiana; il significato di ruolo professionale e il concetto di servizio alla persona. Abbiamo ora un compito difficile ma stimolante: quello della redazione di un “codice dello sport” che regolerà l’attività nelle società sportive, tra le società stesse che operano sul territorio casalgrandese e tra società e amministrazione. Siamo consci della responsabilità di un’etica per lo sport, per la comunità, ed i pensieri e le riflessioni che stiamo ratificando sono dei punti di riferimento. Abbiamo condiviso come consulta dello sport un percorso di due anni –conclude Cassinadri- e con questo documento forniamo degli strumenti alle società sportive, ai dirigenti, ai tecnici, ai genitori e agli atleti di Casalgrande che hanno a cuore l’obiettivo di creare una comunità più coesa e consapevole».