domenica, 25 Settembre 2022
16.1 C
Comune di Sassuolo
HomeElezioni amministrative 2014: i risultati di Modena e provincia




Elezioni amministrative 2014: i risultati di Modena e provincia

elezioni_3Ballottaggio a Modena: Gian Carlo Muzzarelli (PD , Moderati Modena, Sionistra Modenese, e centro Democratico) con il 49,7% dei consensi (47.492 voti) dovrà confrontarsi con Marco Bortolotti (M5S) che ha ottenuto il 16,3% dei consensi ( 15.605 voti). Ballottaggio anche a Sassuolo tra Claudio Pistoni (centrosinistra) e il sindaco uscente Luca Caselli del centrodestra.
Sarà ballottaggio anche a Vignola tra Giancarlo Gasparini, candidato espresso da Partito democratico e “La Vignola che vogliamo”, e Mauro Smeraldi, sostenuto da tre liste civiche (“Vignola cambia”, “Vignola per tutti” e “Città di Vignola”: il primo ha raccolto 5.649 voti (44,87%), il secondo 4.278 (33,98%). 


Neo sindaco di Carpi è Alberto Bellelli (centrosinistra) che con il 56,94% dei consensi ( 21.147 voti) si aggiudica lo scranno più alto della città dei Pio.
Roberto Solomita, che rappresenta Partito democratico, Sinistra ecologia libertà e “Soliera futura”, vince a Soliera con il 64,09% (5.459 voti).
Nonantola Federica Nannetti del Partito democratico insieme a “Nonantola bene in comune” si afferma con il 65,35% (5.401 voti).
Francesco Tosi, che corre per Partito democratico, Sinistra Ecologia Libertà, “Fiorano al centro” e “Uniti per crescere”, risulta eletto sindaco di Fiorano Modenese con 3.322 voti (70,02%). A Maranello si afferma Massimiliano Morini (Partito democratico, Sinistra ecologia libertà – Comunisti italiani, “La tua Maranello”) con 5.149 voti, pari al 55,2%. Maino Benatti, alla guida di una coalizione composta da Partito democratico, “I mirandolesi” e “Sinistra – Per Mirandola”, vince con il 61,61% delle preferenze (7.747 voti) le elezioni a Mirandola.
Formigine si afferma con il 60,64% (11.639 voti) Maria Costi, che corre per il Partito democratico insieme Sinistra ecologia libertà – Comunisti italiani, “Formigine viva” e “Noi per Formigine”. 
Si conferma sindaco di Castelfranco Emilia Stefano Reggianini con il 52,81% dei consensi (8.120 voti) sostenuto da Pd, Sel e una lista formata da comunisti italiani.

Si conferma sindaco a Montese Luciano Mazzo, della lista civica “Stretta di mano”, che ha prevalso con 408 voti (85%) su Francesco Indello della lista civica “Montese in movimento”, che ha raccolto 72 preferenze (il 15% dei votanti). AMontecreto Leandro Bonucci, della lista civica “Per Montecreto”, si è affermato con 387 voti (60,75%) su Maurizio Cadegiani, sindaco uscente e candidato della lista civica “Futuro comune”, che ha ricevuto 250 voti (39,24%).
Corrado Ferroni di “Uniti per il futuro” è sindaco a Pievepelago per il secondo mandato con il 52,23% delle preferenze (655 voti), mentre lo sfidante Lorenzo Checchi della lista “Valle del Pelago” si ferma a 599 voti e il 47,76%. ALama Mocogno l’unico candidato Fabio Canovi di “La Scalinata” è eletto sindaco in virtù del quorum raggiunto con il 63,94% dei cittadini al voto.
Monica Amici di “Nel futuro al sicuro” viene eletta sindaco di Guiglia con il 52,34% delle preferenze (279 voti) mentre Iacopo Lagazzi di “Insieme si cambia” non supera i 213 voti (39,96%) e Claudia Stefani di “Guigliassieme” si ferma a 41 voti (7,69%).
Riolunato ad avere successo è Daniela Contri di “Viviamo Rio” con il 57,62% delle preferenze, pari  a 306 voti, mentre Maria Luisa Amidei di “Insieme per Riolunato” si ferma a quota 225 (42,37%).
Elio Pierazzi di “Osiamo per il bene comune” vince le elezioni a Pievepelago con il 56,97 delle preferenze (731 voti), superando Gustavo Silvestri di “La mia terra”, fermo al 41,23% con 529 voti, e Mario Bellucci di Forza Nuova, che ha ottenuto  23 voti (179%).
Ravarino Maurizia Rebecchi di “Centro-sinistra per Ravarino” è eletta con 2.059 voti (62,25%), davanti a Daniele Zironi (747 preferenze, 22,73%) del Movimento 5 stelle Beppegrillo.it e a Giorgio Bocca della Lega Nord, che ha raccolto 480 voti pari al 14,60%.
Emilia Muratori di “Solidarietà e sviluppo” vince le elezioni a Marano Sul Panaro con 1.656 voti (65,74%) davanti a Gianni Manzini (863 voti, 34,25%) di “Per Marano”.
Il primo cittadino di San Cesario sul Panaro è Gianfranco Gozzoli di “Per San Cesario” con il 65,66% (2.356 voti) davanti a Luciano Rosi di “Viva San Cesario”, che ha raggiunto il 17,41% con 625 voti, e a Sabina Piccini di “Nuovo San Cesario”, ferma a 607 voti (16,91%).
Cavezzo, Comune fortemente colpito dal sisma del maggio 2012, Lisa Luppi di “Cavezzo bene comune”  si è affermata con 1.723 voti (44,13%%) su Stefano Venturini di “Rinascita cavezzese” (1.697 preferenze, 43,46%) e su Nicoletta Magnoni del Movimento 5 Stelle beppegrillo.it (484 voti, 12,39%).
Fanano Stefano Muzzarelli di “Amare Fanano” prevale con 1.000 voti (52,85%) su Paola Gaetana Pasquali di “Per Fanano” (892 voti, 47,14%).
Bomporto Alberto Borghi di “Per Bomporto” viene eletto per il secondo mandato con 3.702 voti, il 71,81% delle preferenze, davanti a Tiziano Cipriani del Movimento 5 stelle beppegrillo.it, fermo a 962 voti pari al 18,66%, e a Roberto Bovino di “Centro-destra Bomporto”, che ha ricevuto 491 preferenze (9,52%). Mirto Campi di “Valore Comune” è sindaco di Fiumalbo con il 51,49 delle preferenze (465 voti), mentre il rivale Alessio Nizzi di “Nel 2000 per la tradizione” ha ricevuto 438 voti (48,50%).
Germano Caroli di “Dei cittadini” è il sindaco di Savignano sul Panaro con 2.677 voti (53,6%), superando Walter Venturelli del Partito democratico (2.317 preferenze, 46,39%).
Prignano sulla Secchia Valter Canali di “Prignano insieme” con il 61,76% (1.404 voti) vince su Ennio Bonilauri di “Popolo di Prignano insieme” (621 preferenze, 27,32%) e Walter Telleri di “Prignano”, che ha raggiunto il 10,91% con 248 voti.
Medolla, uno dei Comuni del terremoto del 2012, il sindaco uscente Filippo Molinari di “Medolla futura” si conferma con l’83,05% (2.971 voti), superando Matteo Botti di “Indipendente Medolla”, al 16,94% con 606 preferenze.
Umberto Costantini di “Centro sinistra – Spilamberto” vince le elezioni a Spilamberto con il 59,58% (3.485 voti) superando Maurizio Forte di “Libera e responsabile” (1.108 voti, 17,17%), Fiorella Anderlini del Movimento 5 stelle beppegrillo.it (1.033 voti, 16%) e Mirella Spadini di “Uniti per la sinistra” (467 voti, 7,23%).
Paola Guerzoni di “Centro-sinistra – Insieme per Campogalliano” è sindaco a Campogalliano grazie a 2.131 voti pari al 46,13% del totale, superando Marco Rubbiani di “Centro-destra – Progetto Campogalliano” (1.086 voti, 23,51%), Luca Moscatti di “Futuro per Campo” (851 voti, 18,42%) e Alfonso Cammarata di Forza Italia-Fratelli d’Italia (551 voti, 11,92%).
Sauro Borghi di “San Prospero cambia verso” raccoglie il 44,92% delle preferenze dei cittadini di San Prospero (1.337 voti) e si afferma su Alessandro Ascari di “Finalmente San Prospero” (1.152 voti, pari al 38,7%) e Giuseppe Balletta del Movimento 5 stelle beppegrillo.it, che ha ricevuto 487 voti (16,36%).
Bastiglia Francesca Silvestri di “Centro-sinistra – Per il rinnovamento” vince le elezioni con il 44,44% (993 voti), superando Andrea Baraldi di “Bastiglia futura” (558 preferenze, 24,97%), Antonio Gigante del Movimento 5 stelle beppegrillo.it (418 voti, 18,71%) e Antonino Spica di “La Bastìa”, fermo all’11,86% con 265 voti.
Rudi Accorsi di “Impegno comune” è eletto a San Possidonio con l’84,24% dei voti (1.620 preferenze), mentre Fabrizio Locatelli “Ri-fare insieme” riceve 303 voti, pari al 15,75% del totale.
Concordia sulla Secchia Luca Prandini di “Concordia democratica” raggiunge il 66,06% (2.978 voti) e vince su Giuliana Ribaldi di “Concordia riparte” (1.161 voti, 25,75%) e Flavio Viani di “Centrodestra – Concordia”, che raccoglie 369 voti (8,18%).
Fabio Franceschini del Partito democratico è sindaco di Castelvetro di Modena con il 51,55% delle preferenze (3.007 voti), davanti a Filippo Gianaroli del Movimento 5 stelle beppegrillo.it (1.380 voti, 23,65%), Cristiana Nocetti di Forza Italia (729 voti, 12,49%) e Giorgio Montanari di “Castelvetro prima di tutto” (717 voti, 12,29%).
Infine a San Felice sul Panaro, uno dei Comuni del ‘cratere’ del sisma 2012, Alberto Silvestri si conferma primo cittadino con il 63,39% (3.609 voti), mentre Lorenza Borsari di “Sanfeliciani per reagire” arriva al 20,97% (1.194 voti), superando Massimiliano Fortini di “San Felice in movimento” (747 voti, 13,12%) ed Emanuele Coviello di “Sinistra – Per San Felice” (143 voti, 2,51%).

Ora in onda:
________________












Ultime notizie