sabato, 26 Novembre 2022
7.9 C
Comune di Sassuolo
HomeLa Neuromodulazione sacrale come rimedio per l’incontinenza urinaria. Al Policlinico è attivo...




La Neuromodulazione sacrale come rimedio per l’incontinenza urinaria. Al Policlinico è attivo un ambulatorio di uroginecologia e riabilitazione del pavimento pelvico

policlinicoGiovedì 5 Giugno al Policlinico si parla di Neuromodulazione sacrale, una terapia efficace per il trattamento dell’incontinenza urinaria da iperattività vescicale, della ritenzione urinaria, per il dolore pelvi-perineale e per i disturbi della continenza e dello svuotamento intestinale. Il convegno è organizzato dal Dott. Giuseppe Matonti, della Struttura Complessa di Ostetricia e Ginecologia del Policlinico, referente per l’ambulatorio di Uroginecologia e Riabilitazione del Pavimento Pelvico e si svolge in aula P02 del Centro Didattico Intercompartimentale della Facoltà di Medicina e Chirurgia dalle 8,15 alle 13,30.

Diffusa a partire dagli anni Novanta, la neuromodulazione sacrale si basa sulla stimolazione dei nervi sacrali situati in prossimità del coccige, con l’ausilio di un elettrocatetere collocato in loco e di un piccolo stimolatore collocato generalmente in prossimità della regione dei glutei. Si tratta di una procedura poco invasiva che si attua in più fasi senza anestesia generale.

Secondo le stime, la Sindrome della Vescica Iperattiva colpisce 49 milioni di persona in Europa e 3 milioni in Italia. In almeno il 30-50% dei casi essa si associa un’incontinenza da urgenza minzionale. Il costo economico totale, indiretto e diretto negli Stati Uniti dell’incontinenza urinaria è stato stimato essere di 8.1 bilioni di dollari nel 1984 e 17.5 bilioni nel 1995 con un incremento del 320 % in 11 anni.

Nel mondo sono stati impiantati oltre 80.000 pazienti con una percentuale di successo di circa il 70%. “Il nostro impegno – precisa il Dott. Giuseppe Matonti – a breve termine sarà quello di realizzare questa procedura in modo routinario per il miglioramento della qualità della vita della pazienti affette da patologie importanti quali l’incontinenza urinaria, la ritenzione e il dolore pelvico cronico, nonché cercare di diminuire i costi dell’assistenza”.

L’AMBULATORIO DI UROGINECOLOGIA DEL POLICLINICO DI MODENA
Attivo dal 2003, l’ambulatorio di Uroginecologia del Policlinico segue circa 1000 pazienti l’anno considerando le prime visite, i controlli e le riabilitazioni del pavimento pelvico. È impegnato nella diagnosi e cura delle disfunzioni del pavimento pelvico per identificare protocolli terapeutici comuni e per ottenere una visione più chiara delle strategie da seguire.

 

Ora in onda:
________________












Ultime notizie