mercoledì, 17 Aprile 2024
16.5 C
Comune di Sassuolo
HomeCastelfranco Emilia, Girotti Zirotti: "Dopo l'Imu e la Tasi arriva la Tari....




Castelfranco Emilia, Girotti Zirotti: “Dopo l’Imu e la Tasi arriva la Tari. Come razziare nelle tasche di chi paga e non fa il furbetto??”

Girotti-ZirottiCittadini ed imprese hanno appena finito i conti con la TASI ed in questi giorni stanno ricevendo le fatture di Hera relative alla prima rata della TARI con scadenza 31 luglio.
Naturalmente, come ormai da anni, rileviamo l’ennesimo aumento delle tariffe, sempre calcolate come criterio base non sul rifiuto prodotto ma sulla superficie dell’immobile, sia per le utenze domestiche che per le altre, e questo anche perché sulle stesse fatture vengono “spalmati” 120.000,00 euro di insoluti relativi alla TARES per l’anno 2013. In sintesi, invece di agire nei confronti degli inadempienti, a pagare saranno tutti ….. quelli che pagano!!! L’aspetto tragicomico di detta situazione è che la Giunta Reggianini ha dichiarato di non essere neppure a conoscenza di chi siano gli inadempienti e neppure a quale categoria appartengano: i soliti “furbetti” o gente in vera difficoltà??? Questo però sembra che a loro non interessi….. A tal proposito, comunque, abbiamo richiesto di conoscere l’eventuale insoluto degli ospiti del campo nomadi, non quale atto discriminatorio, ma perché sappiamo che, per il passato, quasi nulla veniva da loro pagato ancorché dovuto e che il Comune prima “transava” per concedergli rateizzazioni e poi pagava integralmente il tributo….. con fondi della collettività………….. Anche per il 2014 sono stati stanziati euro 4.000,00 per interventi sociali che nel Piano Economico Finanziario vengono indicati come “servizi comunali”. Chi saranno i beneficiari??? Sempre i soliti???
Visti i continui aumenti del costo del servizio “rifiuti” in “capo all’ Unico gestore Hera”, di cui il Comune tramite HSST è socio, abbiamo chiesto quali fossero i dividendi percepiti da Hera e perché non destinarli a parziale copertura della “gettito stimato TARI” e quindi a vantaggio dei Castelfranchesi. I dividendi sono stati nel 2011 di €. 598.567,00 – nel 2012 di €. 645.525,00 – nel 2013 di €. 692.214,00 …ci è stato risposto che questi dividendi restano in HSST… E perché non nelle tasche dei Castelfranchesi soprattutto in un periodo di crisi conclamata??? Ricordiamo che, fino all’approvazione del bilancio al 30.06.2015, il Sindaco Reggianini è componente del C. di A. della stessa HSST ed a questa carica, dal 14 luglio, ha aggiunto anche quella di “rappresentante modenese” all’interno del consiglio d’ambito dell’Agenzia Territoriale dell’Emilia Romagna per i servizi idrici e rifiuti (ATERSIR) che è subentrata alle Autorità d’Ambito Territoriali.
E’ vero che per tali cariche non sono previste indennità, ma auspichiamo comunque il suo impegno per “invertire la rotta” ed ottenere in futuro riduzioni delle tariffe così da dare sostegno ad imprese e cittadini ormai “spremuti”.

(Cristina Girotti Zirotti, Capogruppo Lega Nord Padania)

Ora in onda:
________________












Ultime notizie