mercoledì, 28 Febbraio 2024
9.2 C
Comune di Sassuolo
HomeIl Comune di Mirandola velocizza le pratiche per la ricostruzione




Il Comune di Mirandola velocizza le pratiche per la ricostruzione

Nuovo personale per le pratiche Mude, meno verifiche sugli Sati di Avanzamento Lavoro (Sal) e miglioramento delle tecnologie informatiche: sono queste le tre principali azioni intraprese dal Comune di Mirandola per rendere più veloci le procedure legate alla ricostruzione.
Per quanto riguarda il personale, dopo il terremoto erano stati assunti (con le modalità di assunzione previste dal Commissario delegato e in tempi successivi), 10 nuovi dipendenti (tra tecnici e amministrativi) per seguire le pratiche Mude. Nelle scorse settimane, in considerazione dell’aumento del lavoro per l’arrivo delle domande più difficili (quelle degli edifici con danno in “E”), l’Amministrazione ha deciso l’assunzione di nuovo personale. Nel periodo compreso tra maggio e luglio 2014 sono entrati in servizio due amministrativi e due tecnici (un ingegnere e un geometra). Entro la fine dell’anno si prevede l’assunzione di altre quattro persone. Il personale dedicato ai Mude passerà così dalle 10 unità raggiunte gradualmente tra il luglio 2012 e il dicembre 2013, alle 18 unità complessive previste per la fine del 2014.
Per quanto riguarda le procedure, il Comune di Mirandola aveva sollecitato la regione Emilia Romagna a rivedere i modelli unici per i Comuni del cratere, di parere SAL che prevedevano molteplici sopralluoghi nei cantieri per i controlli sullo Stato Avanzamenti Lavoro (erano due per le ricostruzioni di edifici con danno in “B” o “C” e quattro per quelli in “E”). La Regione ha accolto la sollecitazione, permettendo un unico sopralluogo finale, che riduce notevolmente i tempi e consente di utilizzare il personale per altri compiti.
Anche sulle procedure informatiche si è lavorato e si sta lavorando, in particolare per far dialogare le varie banche dati e per velocizzare il lavoro degli operatori. Entro fine settembre/ottobre sarà possibile trasferire automaticamente nel programma di gestione delle pratiche edilizie del Comune i dati caricati sul Mude, consentendo anche in questo caso una sensibile riduzione dei tempi.

 

Ora in onda:
________________












Ultime notizie