domenica, 14 Aprile 2024
17.4 C
Comune di Sassuolo
HomeReggio Emilia è “Viva”: una tre giorni tra solidarietà e confronto




Reggio Emilia è “Viva”: una tre giorni tra solidarietà e confronto

VIVA_-conf-stampaUna tre giorni di solidarietà e confronto a Reggio Emilia. Tra fine agosto e inizio settembre si svolgerà l’evento benefico “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia”, tre giorni dedicati al volontariato all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – IRCCS, in programma al Campovolo di Reggio Emilia.

L’appuntamento è fissato per il 29 agosto, 31 agosto e 9 settembre 2014 quando un dibattito, un concerto e una cena rappresenteranno i tre momenti clou dell’edizione 2014 di “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia”, un vero e proprio inno al volontariato, sinonimo di quella linfa vitale che scorre dove c’è solidarietà.
L’idea nasce da quattro onlus che operano all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – IRCCS – Ascmad Prora Onlus, Croce Verde, CuraRE Onlus, GRADE Onlus – e che, pur mantenendo ognuna la propria autonomia e specificità, riconoscono la necessità di proporre una riflessione condivisa per evitare la dispersione di risorse.
Viva – il cui logo è stato disegnato dal celebre artista reggiano Davide Benati – punta infatti a valorizzare l’impegno delle persone in ambito ospedaliero, creando una sinergia di intenti: l’obiettivo è avviare un percorso di riflessione sulla necessità di unire le forze per raccogliere fondi da investire in strutture, strumenti e servizi all’avanguardia, in grado di dare nuove risposte assistenziali all’interno dell’ospedale.

Il programma di “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia” 2014 – promosso dalle quattro onlus con il patrocinio di Comune di Reggio Emilia, Provincia Reggio Emilia, Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova, Ausl Reggio Emilia, Fondazione Manodori – prevede venerdì 29 agosto, alle ore 21, un dibattito a ingresso libero sul tema del volontariato e della solidarietà a Reggio Emilia, sull’impatto di quest’ultimo nelle strutture ospedaliere e sulle prospettive future. Tra i relatori, alcuni ospiti d’eccezione come il Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e l’Assessore alle Politiche per la Salute della Ragione Emilia Romagna Carlo Lusenti. L’invito è stato esteso anche al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Del Rio.
Domenica 31 agosto invece, Viva propone un concerto benefico al quale parteciperanno diversi artisti di fama nazionale: Lassociazione, Violetta Zironi, Irene Fornaciari e Graziano Romani si alterneranno sul palco, a partire dalle ore 21, per una serata all’insegna di musica e solidarietà a favore del progetto Viva. Non mancheranno poi tante altre sorprese pensate per stupire il pubblico. Il costo del biglietto è di 10 euro a persona.
Martedì 9 settembre, alle ore 20.30, gran finale con una charity dinner sotto le stelle: Viva ospiterà ben 700 persone che, al costo di 25 euro a persona, potranno cenare gustando piatti della tradizione reggiana e contribuendo così alla raccolta fondi a favore di strutture, strumenti e servizi all’interno dell’ospedale.
Il ricavato della tre giorni “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia” sarà destinato alle quattro onlus coinvolte per finanziare progetti di ricerca e assistenza all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – IRCCS.
Per informazioni, prevendite dei biglietti del concerto e prenotazioni per la charity dinner, è necessario telefonare ai numeri: 0522.295585 (Ascmad Prora Onlus), 0522.286492 (Croce Verde), 342.8098898 (CuraRE Onlus), 0522.296888 (GRADE Onlus).

L’edizione 2014 di “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia” è il numero zero di una manifestazione che vuole diventare un evento fisso per la città. Di anno in anno infatti, Viva intende proporre spunti di riflessione e nuove prospettive per il mondo dell’associazionismo, creando spazi di confronto e condivisione fra onlus, volontari, cittadini e istituzioni per costruire insieme un nuovo futuro.
Ma non solo. L’obiettivo è guardare tutti in un’unica direzione: quella di un futuro in cui il volontariato e la solidarietà insieme sono capaci di fare grandi cose per il bene comune. Per fare questo solo quattro realtà non sono sufficienti: l’idea è di poter abbracciare tutte le circa 70 associazioni, che oggi operano all’interno dell’ospedale, rendendo Viva una realtà ben radicata sul territorio.

“Alla creazione e organizzazione di VIVA – spiega Dott. Giovanni Fornaciari, Direttore dell’Unità Operativa di Medicina III – Gastroenterologia dell’Azienda Ospedaliera S. Maria Nuova e Presidente di Ascmad Prora – Ascmad Prora ha contribuito con entusiasmo e impegno, perché tutti crediamo che da eventi come questi si possa trarre un grande beneficio. Aprirsi a esperienze di condivisione con tutte le altre associazioni che operano nella stessa realtà, è senza dubbio positivo non solo perché ognuno di noi ha nel proprio ambito ottenuto importanti risultati, ma anche perché la collaborazione non può che esaltare il nostro lavoro e dimostrare come nella comunità reggiana la solidarietà sia da sempre, soprattutto, uno stile di vita”.

“Essere tra i fondatori di Viva – afferma Livio Vacondio, Presidente Pubblica Assistenza Croce Verde Reggio Emilia e Albinea – rafforza la nostra coesione verso il sociale e cementa l’impegno per il futuro della nostra comunità”.

“Il volontariato sociale – precisa Deanna Ferretti Veroni, Presidente di CuraRE Onlus – è un tratto connotativo del territorio reggiano, dell’impronta solidale che colora lo sguardo delle persone, che caratterizza lo scopo di tante iniziative volte a promuovere il benessere e la qualità del vivere a Reggio Emilia. VIVA assume dunque il valore di un palcoscenico di valori e di prospettive che amplifica la missione di CuraRE Onlus impegnata nel progetto MIRE Maternità Infanzia Reggio Emilia, mettendo al centro la donna e il bambino”.

“Viva esprime il senso di appartenenza alla comunità dell’ospedale. – Sottolinea il Dott. Francesco Merli, Direttore del Reparto di Ematologia dell’Azienda Ospedaliera S. Maria Nuova e Referente di GRADE Onlus. – Per questo GRADE ha aderito volentieri, perché è esattamente quello che caratterizza la nostra Associazione. C’è anche il segno della “reggianità”, non intesa come chiusura, ma come impegno “insieme” a sostegno della parte più debole della nostra comunità. Spero che l’anno prossimo altre associazioni, tra le tante che operano in ospedale, possano raccogliere il testimone di questo impegno condiviso”.

Per informazioni:  www.vivareggioemilia.it

Per fare una donazione a Viva:  Banca CREDEM – IBAN IT 62 S 03032 12804 010000009308
Le Onlus di Viva

Ascmad Prora Onlus
È una storica associazione di volontariato, fondata nel 1984 a Reggio Emilia, per lo studio e la cura delle malattie dell’apparato digerente e per sostenere progetti per la Radioterapia. Da 30 anni raccoglie fondi a sostegno dei reparti di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, Medicina III e Radioterapia Oncologica dell’Arcispedale S. Maria Nuova – IRCSS, contribuendo ad arricchirli di attrezzature e tecnologie di elevato livello e importanza per l’attività ospedaliera. Attualmente lavora per la raccolta fondi a favore del nuovo reparto di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, il progetto sostenuto dalla campagna pubblicitaria “IO MI IMPEGNO”.

Croce Verde
Nata nel 1914, è l’associazione più longeva del territorio. Nel 2014 festeggia i primi 100 anni di storia nel segno dell’assistenza e della solidarietà con quasi 600 volontari che oggi dedicano tempo, impegno e passione a favore del servizio pubblico. Da sempre svolge servizi di emergenza-urgenza in convenzione con il 118 Reggio Soccorso, di accompagnamento intra-ospedaliero e di trasporti programmati non urgenti in ambulanza, senza dimenticare il trasporto di dializzati autosufficienti e i trasferimenti a lunga percorrenza sul territorio nazionale e UE.

CuraRE Onlus
Nasce nel 2011 a Reggio Emilia per promuovere incontri ed eventi volti a raccogliere fondi, a far conoscere il progetto e a creare il giusto coinvolgimento della comunità nella condivisione di un obiettivo: contribuire alla realizzazione del MIRE (Maternità Infanzia Reggio Emilia), la nuova struttura all’interno dell’Arcispedale S. Maria Nuova-IRCSS, di fondamentale importanza per il futuro dell’assistenza provinciale in ambito neonatale, pediatrico, ostetrico, ginecologico, neuropsichiatria infantile e genetica. Ospiterà un centro per la cura di tutte le patologie oncologiche ginecologiche e uno per la procreazione medicalmente assistita, promuovendo la ricerca e la formazione.

GRADE Onlus
Nata nel 1989 a Reggio Emilia, da 25 anni sostiene l’attività clinica del Reparto di Ematologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – IRCSS e la ricerca, finanziando figure professionali e progetti. Formata da medici, infermieri, personale del Reparto, ex malati e famiglie, dal 2009 è impegnata nella raccolta fondi a favore del CO-RE, il futuro Centro Oncoematologico di Reggio Emilia: la struttura sarà inaugurata nel 2015 e rappresenterà un polo di eccellenza per tutto il nord Italia nella lotta contro le patologie oncologiche.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie