Mondiali Triathlon e Paratriathlon



    Rita-CuccuruDavide Uccellari è risultato con il 23° posto il miglior azzurro della prova elite della prova finale delle World Series che valeva come campionato del mondo.
    Nonostante l’occasione potesse essere l’ultima per gareggiare con gli under23 e che con il tempo finale di 1h 51’ e rotti realizzato avrebbe dominato, si è schierato al via della competizione con gli atleti che hanno come obiettivo Rio 2016. Per i colori azzurri il 37° posto di Alessandro Fabian e il 52° di Luca Facchinetti ha completato il settore maschile . Alice Betto miglior portacolori femminile con il 14° posto.
    Le gioie per l’Italia arrivano dai Mondiali di paratriathlon con la travolgente Rita Cuccuru che centra il podio nella PT1
    L’atleta maranellese già medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Kitzbuhel in Austria e argento all’ITU World Paratriathlon Series a Iseo è bronzo anche nella rassegna mondiale.
    Rita si conferma dunque atleta di spessore internazionale, dopo l’oro ai mondiali di Pontevedra in Spagna e la partecipazione, nel settembre 2013, alla Maratona Internazionale di Berlino. Rita Cuccuru, 36 anni, è nata in Germania nella cittadina di Aachen ma è originaria di Uri, in Sardegna, e vive a Maranello. L’incidente stradale le ha tolto l’uso delle gambe ne ha scatenato grande determinazione, tenacia e sacrificio.
    La prova è stata dominata dall’americana Kendall Gretsch sull’inglese Jane Egan con la Cuccuru pur cercando nella seconda frazione, quella ciclistica, di colmare il distacco rimediato nel nuoto nulla ha potuto contro le anglosassoni.
    Con il tecnico Giuseppe Calabrò che l’allena nella piscina di Formigine avrà da lavorare, ma intanto tutti in piedi e applausi.
    Per i colori azzurri hanno completato il medagliere la medaglia d’argento per Michele Ferrarin nella categoria PT2 ed il bronzo di Alessio nella PT1.